Bari: il cane di quartiere più fortunato è Henry, di lui si occupano circa 700 padroni

Bari: il cane di quartiere più fortunato è Henry, di lui si occupano circa 700 padroni

20 Dicembre 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Per i cani è una fortuna poter restare liberi nel territorio senza essere rinchiusi in un canile ad aspettare che qualcuno si accorga di lui. Henry, un meticcio di pastore maremmano di circa otto anni (li compie proprio nel mese di Dicembre), è un “cane di quartiere” tra i più amati di Bari, per la sua mansuetudine e il suo carattere giocoso e allegro.

Questo dolcissimo cagnone bianco può contare su un gran numero di padroni disposti a prendersi cura di lui per ogni evenienza. I suoi padroni sono gli abitanti di un intero quartiere barese (che comprende i rioni di San Girolamo, Fesca, San Cataldo e Villaggio Trieste), che per comunicare tra loro hanno organizzato un gruppo su Facebook che, al momento, conta circa settecento iscritti.

Henry ha le sue abitudini, lo si può incontrare spesso tra la Pineta e il Lido San Francesco oppure sul nuovo lungomare. Lui sì che è un cane fortunato: può scorrazzare libero per strada, passando da un negozio all’altro dove lo conoscono e gli danno con piacere da mangiare e da bere. Henry ha un veterinaria che lo cura quando ha bisogno, qualcuno che si è preoccupato di effettuare la registrazione all’ufficio Asl, c’è anche chi lo coccola e lo fa giocare quotidianamente per farlo sentire solo, o chi spazzola il suo lungo pelo per renderlo meno arruffato.

Ci sono abitanti del quartiere che fotografano i vari spostamenti del cane e postano le immagini su Facebook per condividerle con gli altri membri del gruppo. Ci sono bellissime foto che ritraggono il maremmano al mare, mentre passeggia sul lungomare o gioca con i passanti. Per quest’inverno, naturalmente, si è provveduto a costruire una nuova cuccia più accogliente per trascorrere i mesi più freddi.

Henry, il cane di tutti, ha più di un motivo per essere felice.