Nasce a Foggia il primo gin “made in Puglia”: ha il sapore della macchia mediterranea

Nasce a Foggia il primo gin “made in Puglia”: ha il sapore della macchia mediterranea

14 Agosto 2019 0 Di Cristiana Lenoci

A volte un percorso qualsiasi può rivelarsi “illuminante” per dar vita ad un’idea. E’ successo questo a tre ragazzi pugliesi, che durante un viaggio in Salento, hanno avuto un’intuizione geniale: quella di utilizzare l’oro verde di Puglia, l’olio extravergine di oliva, per realizzare una bevanda alcolica. Attraversando i campi salentini pieni di ulivi, i tre amici pugliesi si sono resi conto che, a volte, non bisogna cercare altrove quello che si ha così a portata di mano. Ettore Pacilli, Pellegrino Riccio (30 anni, agronomo) e Valentina Delli Carri (25 anni, barlady e addetta presso una enoteca) hanno così deciso di mettere a frutto le proprie competenze e professionalità per realizzare il primo gin “made in Puglia”, appunto a base di olio evo 100% pugliese. La Regione Puglia ha premiato l’originalità dell’idea conferendo ai fautori della bevanda “che sa di Mediterraneo” i finanziamenti previsti dal bando PIN per incentivare imprenditori innovativi in vari settori.

Dal punto di vista pratico, come spiega Pacilli (40 anni, direttore commerciale della start-up) il primo passo è stato quello di trovare un’azienda che producesse alcol (in Italia la produzione di alcol è abbastanza “blindata”). Una distilleria nei pressi di Salerno si è messa a disposizione per fare questo.

Prima ancora, il lavoro consiste nel sottoporre in infusione le botaniche selezionate (coriandolo, ginepro, radici di liquirizia), filtrarle, ottenere il gin ed infine aggiungere l’ingrediente fondamentale e più prezioso dal punto di vista nutritivo, che è appunto l’olio di oliva. Così facendo si ottiene una bevanda  trasparente, gustosa, con un sapore particolare, che richiama quello del pomodoro e del rosmarino.

La start-up si sta affacciando da poco sul mercato: mentre la produzione per il momento si svolge a Foggia, un primo punto vendita potrebbe aprirsi a breve a Troia, sui Monti Dauni. Per il primo anno di attività sono state previste 1000 bottiglie, da distribuire soprattutto in Puglia. Ma naturalmente l’obiettivo è di espandersi conquistando magari anche il mercato estero.

Per essere apprezzato al meglio, il gin all’olio di oliva va servito con ghiaccio. C’è anche una variante che consiste nell’associarlo a basilico e mela verde. Ma questa ricetta è più adatta per ottenere un gin tonic, dal sapore più dolciastro. Non vi è necessità di aggiungere altri ingredienti: il gin made in Puglia è perfetto così e sta già facendo impazzire chi ha avuto la possibilità di assaggiarlo.

Annunci