Bovino in gara per diventare “borgo più bello d’Italia”: ecco come votare

Anche la Capitanata, con Bovino, uno dei “gioielli” dei Monti Dauni, sarà presente alla settima edizione del concorso “Il borgo dei borghi” in onda su Rai Tre. E’ l’unico borgo della Provincia di Foggia in gara- fa presente con grande orgoglio il Sindaco Vincenzo Nunno e l’amministrazione comunale-  “Chiediamo a tutti gli amici di votare per Bovino: si tratta di un’occasione promozionale assai importante per questo borgo, per i Monti Dauni ed anche per il territorio di Capitanata”, prosegue il primo cittadino.

Il voto può essere espresso collegandosi sul sito della Rai (https://www.rai.it/borgodeiborghi/), a partire dal 2 Settembre fino alle 23: 59 del 17 Ottobre, quando verranno decretati i 20 borghi italiani finalisti, uno per ogni Regione. Questi accederanno alla finalissima di domenica 20 Ottobre, in onda su Rai Tre a partire dalle 21: 40.

Come si vota

Dopo aver effettuato la registrazione al sito ufficiale della Rai, ciascun utente può votare un solo borgo per ogni singola Regione, una volta al giorno. La registrazione si completa fornendo le credenziali per creare un’account Rai Play: username, password, indirizzo e mail di riferimento. Solo dopo aver ricevuto il messaggio e-mail di convalida sarà possibile esprimere il proprio voto attraverso il web. Dopo aver votato, si riceve un messaggio di conferma automatica da parte del sistema. Il voto è gratuito, per cui sarà possibile (ed auspicabile) votare una volta al giorno per tutto il periodo, ossia fino al 20 Ottobre.

A partire da domenica 22 Ottobre saranno trasmesse quattro puntate di presentazione dei borghi in gara, in prima serata. Nella sera del 20 Ottobre, durante la diretta, si aprirà il televoto per dare la possibilità ai telespettatori di votare il borgo che ritengono meritevole di essere considerato “il più bello d’Italia”. Forza Bovino, e forza Capitanata!

Qualche cenno su Bovino

Il borgo di Bovino (Fg) occupa una posizione geografica invidiabile, tanto è vero che anticamente è sempre stato un obiettivo strategico. Qui i Romani fondarono la colonia di “Vibinum”, come testimoniano i reperti presenti nel locale Museo Civico. In seguito Bovino diventò un feudo dei Guevara: questo fu il periodo di massimo splendore del borgo. Dopo di che si verificarono parecchi episodi riconducibili al fenomeno del “Brigantaggio”, che interessò tutta la Puglia.

Tra i monumenti di Bovino da visitare c’è il Castello Ducale, che sorge su un’antica rocca romana, più volte rimaneggiato e ristrutturato nel corso del tempo. Nel cortile si può ammirare l’orologio a quarti risalente al 1749 e che è considerato il simbolo del paese. Le stanze del castello rivelano ricchi arredi, mentre la preziosa cappella con pavimento in maiolica, conserva un frammento della sacra Spina della Corona di Cristo. All’interno vi è il Museo Diocesano, ricco di reperti di arte sacra. La Cattedrale di Bovino è un esempio di Chiesa in stile romanico pugliese. La sua costruzione risale al X secolo, come testimoniano i numerosi reperti bizantini presenti nell’architettura. All’interno sono custodite tele di un certo valore, come il “Martirio di San Sebastiano”, attribuita ad un allievo di Caravaggio.

Altre chiese che val la pena visitare sono: la Chiesa di San Pietro (la più antica del paese, sorta nel 1099 sulle rovine di un tempio pagano), Chiesa del Rosario, Chiesa di Santa Maria delle Grazie (chiamata anche “Chiesa dei Morti” perché sede della Confraternita della Buona Morte), Chiesa del Carmine (che si contraddistingue per il bellissimo campanile neoclassico a due piani). Passeggiando per le caratteristiche viuzze del borgo si possono ammirare splendidi portali in pietra di edifici signorili e affacciarsi su inaspettati belvederi da cui guardare la bellezza del paesaggio circostante. Tra gli appuntamenti da non perdere, c’è la “Sagra della castagna e sapori d’autunno”, che si tiene il secondo sabato del mese di Ottobre.

Castello Ducale di Bovino (Fg)
Annunci
Leave a comment

Leave a Reply