Passionata, dolce tipico di Troia e dessert di tradizione: Ricetta

Passionata, dolce tipico di Troia e dessert di tradizione: Ricetta

27 Marzo 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Una ricetta semplice, facile da realizzare, che fa parte della tradizione gastronomica di Troia, un paese pugliese della provincia di Foggia. La passionata ricorda nella forma e negli ingredienti la cassatina siciliana.

Entrambi i dessert, infatti, contengono la crema di ricotta (di mucca, pecora o bufala). La passionata è un dolce nato dalla geniale intuizione di Lucia Casoli e Nicola Mecca, titolari della pasticceria “storica” Casoli, ubicata in Viale Regina Margherita, 121. Il nome “Passionata” deriva dalle parole Passio e Nata:  appunto un dolce nato dalla passione per la propria terra e per il mestiere di pasticcieri.

La Passionata, così come l’hanno pensata i due maestri pasticceri Casoli, da una parte “fa il verso” alla versione napoletana della cassata, dall’altra ricorda i “sospiri”, tipici dolci biscegliesi.

Sono otto le varianti della Passionata: si va dalla classica a quella aromatizzata al moscato di Troia, ma quella più rappresentativa della città di Troia, la più amata, si chiama “Elena”.

Ingredienti per Passionata

La ricotta è l’ingrediente fondamentale per preparare la passionata. Questa va messa su un bisquit che fa da base, poi il tutto viene ricoperto da una pasta di mandorle pugliesi. Ecco gli ingredienti che servono per realizzare un dolce per 8 persone.

Procuratevi: 250 gr di zucchero; 500 gr di ricotta vaccina; 300 gr di mandorle raffinate; 250 gr di sciroppo di zucchero (200 gr zucchero più 50 gr di acqua); in alternativa pasta di mandorla già pronta, bacca di vaniglia e fiori di arancia (q.b.).

Procedimento Ricetta di Lucia Casoli

Setacciare la ricotta due volte, amalgamarla bene con lo zucchero, aggiungere la bacca di vaniglia e i fiori di arancia, farla riposare in frigo per 30 minuti.

Far bollire l’acqua e zucchero a 121° C e poi spegnere, versare la farina di mandorle e rendere l’impasto liscio ed uniforme.

Tirare poi finemente la pasta di mandorle, riporla in uno stampino per poi riempirlo con il composto di ricotta. Chiudere con un sottile disco di pan di Spagna, capovolgerla e riporla in frigo per almeno 15 minuti, poi servire.

Annunci