Ferzan Ozpetek: “Perdutamente innamorato di Lecce, qui ho girato due film”

Ferzan Ozpetek: “Perdutamente innamorato di Lecce, qui ho girato due film”

14 Agosto 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Era il mese di Maggio del 2010, quando il regista Ferzan Ozpetek  a Palazzo Carafa raccontava la sua prima esperienza nella città di Lecce, alla presenza del Sindaco Paolo Perrone.

Il quel periodo il noto regista stava effettuando le riprese del film “Mine Vaganti”, ed il primo cittadino, a seguito delle sue dichiarazioni entusiaste a favore della città, decise di conferirgli la cittadinanza onoraria leccese.

“Mine Vaganti”, girato tra le strade di Lecce, si è rivelato un enorme successo, sia da parte del pubblico, che della critica. La pellicola è stata molto apprezzata anche all’estero, grazie ad un cast ricco di attori italiani di talento (tra cui Alessandro Preziosi, Riccardo Scamarcio, Lunetta Savino).

Chi ha visto il film sicuramente non ha dimenticato gli scorci caratteristici della “Firenze del Sud”, con piazza Sant’Oronzo e l’obelisco che sovrasta la città dall’alto, la piazzetta Carducci (ribattezzata “piazzetta Ozpetek” proprio in onore del regista che qui ha girato parecchie scene), il Sedile, i dettagli barocchi dei palazzi nobiliari, gli eleganti caffè situati nel centro cittadino.

“Mine Vaganti” è stato il primo film del regista turco ambientato e girato in Puglia. Nei film precedenti, invece, è stata Roma la protagonista, con i suoi quartieri, soprattutto l’Ostiense (“Le fate ignoranti”, “La finestra di fronte”, “Saturno Contro”).

Nel 2014 Ozpetek è tornato in Puglia per girare “Allacciate le cinture”, scegliendo sempre Lecce come location d’eccezione.

E’ stato tutto meraviglioso, la Puglia per me è stata una folgorazione- ha dichiarato. I luoghi possono essere bellissimi, ma senza le persone giuste non funzionano, e i pugliesi mi hanno conquistato. Quando giri in un posto, devi saper ascoltare la città e i suggerimenti che le “fate del film” ti mandano. Dovunque tu metta la cinepresa a Lecce è una bella inquadratura”.

Di recente il regista ha rivelato: “Mi piacerebbe tornare nella vostra Università e tenere una lezione. Amo la condivisione delle immagini come quella delle idee”. Lo scorso Novembre il regista è stato insignito del titolo di “Ambasciatore dell’Università del Salento”.

Oltre ad essere uno dei registi più apprezzati in Italia, Ozpetek ha anche diretto alcune importanti opere teatrali: di recente ha portato sul palcoscenico anche la trasposizione di “Mine Vaganti”.