Scegliere il mare in base al vento: in Salento puoi farlo, ecco come

Scegliere il mare in base al vento: in Salento puoi farlo, ecco come

9 Agosto 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Lu Salentu, lu sole, lu mare, lu ientu”: sono questi i tre elementi che caratterizzano da sempre il territorio salentino. Il Salento anche quest’anno è stato preso d’assalto dai turisti, attratti dal mare e dalla natura che incantano. Pare infatti che per Ferragosto si preveda “sold out”.

Certo, ci sono turisti che arrivano in questa terra pugliese per caso, ci stanno un po’, giusto il tempo di una vacanza, e poi tornano a casa portandosi dietro qualche foto e tanti ricordi spensierati.  Ma ve ne sono altri, invece, disposti a conoscere e approfondire anche aspetti inediti e sfaccettature del Salento, un territorio a dir poco stimolante e variegato che offre spunti interessanti ad ogni passo.

Chi torna ogni anno in Salento sa benissimo, ad esempio, quanto è importante avere cognizione del Vento, l’elemento naturale che caratterizza i luoghi, soprattutto quelli costieri. I Salentini sono soliti scegliere il mare più calmo a seconda del vento che c’è: se tira lo scirocco si va sulla costa adriatica, se è tramontana ci si dirige sulla costa ionica.

Nello specifico, ecco come bisogna comportarsi per trovare l’angolo ideale in cui rifugiarsi in Salento per fare il bagno con il vento favorevole.

Quando spira un forte vento da Nord che coinvolge il litorale leccese e quello di Melendugno, mentre la tramontana burrascosa imperversa sulla riviera di Alimini, il salentino DOC sa bene che bisogna rifugiarsi nella baia delle Orte ( a sud di Otranto).

Ovviamente c’è anche chi andrà proprio a caccia di venti in Salento, per praticare kite surf ed altri sport simili sulle spiagge del litorale. In questo caso conviene informarsi proprio sui luoghi in cui si riuniscono gli appassionati di discipline acquatiche.

Quando invece i venti di tramontana e maestrale spazzano la costa a nord di Otranto, allora si potrà scorrazzare in barca sul litorale ovest, scegliendo come mete Porto Cesareo oppure Gallipoli. Il mare sarà più calmo e quindi ideale per fare il bagno in assoluta tranquillità sul litorale ovest, verso Punta Palascia dove comincia lo Jonio e la costa diventa ancora più attraente per i bagnanti.

In caso di Scirocco i salentini di solito rinunciano sia al bagno che alla gita in barca. Il libeccio proveniente da sud ovest oppure il vento caldo che arriva da Sud solitamente impone la bandiera rossa e quindi bisogna prestare particolare attenzione. Meglio allora optare per Roca Vecchia, San Foca, Torre dell’Orso e le Marine di Lecce, da Torre Chianca a San Cataldo.

Con il vento di ponente ci si rifugia nella parte est del Salento, mentre tutto l’ovest viene attraversato dal Levante. Questa tipologia di vento può creare problemi allo Jonio intero, ma per fortuna è piuttosto raro.

Se state pensando ad una vacanza in queste zone della Puglia, mi raccomando allora: Buon vento!