Vladimir Luxuria presenta il suo brano “Sono un uomo”

Vladimir Luxuria presenta il suo brano “Sono un uomo”

19 Febbraio 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

Vladimir Luxuria ritorna al  centro del gossip con “Sono un uomo”, una ballata ironica uscita in tutte le radio dal 19 febbraio e che anticiperà il suo album di debutto  “Vladyland”: Un album fortemente voluto dall’autore Gionata e dal produttore Claudio Cheulini, che mette in risalti forti tematiche come quella del maschilismo e dell’omosessualità.

«Quando mi è stato proposto di collaborare al progetto ero titubante, un po’ della serie: “Ho fatto di tutto nella vita e, ora, devo pure cantare”», racconta la deputata transgender più conosciuta d’Italia ai microfoni del giornale “Vanity Fair”, «Sicuramente qualcun penserà: Questa ha fatto la parlamentare, la televisione, le battaglie per i diritti civili e ora vuole fare pure la cantante? …. Ebbene sì. Voglio fare anche la cantante! ».

Ironizzando sulla sua nuova avventura, Luxuria sottolinea il messaggio celato dietro al singolo “Sono un uomo” e afferma “La mia canzone vuole essere una ballata ironica sulla retorica maschilista” e con  la grinta di una vera leonessa canticchia le prime strofe del pezzo:” Vorrei non banalizzare, dir qualcosa di special però ma sono un uomo e non credo che l’amore vada oltre un bel sedere”, per poi salutare tutti dichiarando:” Non sono una cantante canonica ma d’altronde, nella vita, non sono stata mai canonica in nulla”

Il suo sarcasmo (che da sempre l’ha contraddista), la sua voce ed un Ken in slippino rosso fiammante, danno inizio ufficialmente al progetto “Vladyland”, in uscita il primo marzo, e già sappiamo che sarà un grande successo!

TESTO DI “SONO UN UOMO”

Vorrei non banalizzare 
dir qualcosa di speciale però 
sono un uomo 
e non credo che l’amore 
vada oltre un bel sedere perciò 
sono un uomo 

Ho bisogno di una mamma 
ho paura del dottore perché 
sono un uomo

trovo i fiori interessanti 
proprio come il mal di denti 
sono un uomo 

Mi stravacco sul divano 
6 telecomandi in mano 
che c’è 
mai visto un uomo? 
Son lo zombie dell’Ikea 
che asseconda ogni idea 
perché sono un uomo 
Puoi anche non trovarmi figo 
tanto c’è la birra in frigo 
io sono un uomo 

Mi racconti cosa fai 
io precipito in stand-by 
se mia suocera ha un problema 
che peccato ho mal di schiena 
non c’è nulla da capire

siamo fatti per sparare 

Na na na na na na na 
Na na na na na na na 
Na na na na na na na 
Na na na na na na na 

Sono un uomo 
Sono un uomo 
Io sono un uomo 
Uomo uomo uomo uomo 

Vorrei non banalizzare 
dir qualcosa di speciale però 
sono un uomo