A Stornara (Fg) la Street Art abbellisce edifici e palazzine

A Stornara (Fg) la Street Art abbellisce edifici e palazzine

30 Luglio 2019 1 Di Cristiana Lenoci

L’arte di strada con i suoi colori e i murales approda anche a Stornara, piccolo paese della provincia di Foggia, dove in questi giorni e fino al 4 Agosto si terrà il Festival di Street Art “Stramurales 2019”, un evento alla seconda edizione promosso dall’Associazione di promozione sociale “Stornara Life”. Sono tanti gli artisti, anche di fama internazionale, che dipingeranno i muri in più parti del paese, partendo dal centro fino alle periferie.

Cultura & Arte, il binomio che si rinnova ancora una volta a Stornara, è uno degli obiettivi perseguiti dagli organizzatori del Festival, che ambiscono a far diventare questo evento il più grande della Puglia e dell’intero Sud Italia. La direzione artistica del Festival è affidata a Lino Lombardi, fotografo e grafico professionista, affiancato dai “maestri” di arte Cosimo Tiso e Gioacchino Loporchio.

Passeggiare per le vie del centro ed anche nelle zone periferiche di Stornara sarà più piacevole che mai in questi giorni, perché è possibile ammirare vere e proprie opere d’arte a cielo aperto (a disposizione degli artisti circa 800 mq di pareti). Durante l’evento sono previste attività collaterali (street food, street dance), laboratori per bambini, con l’intento di valorizzare i prodotti tipici e il territorio in generale.

L’iniziativa di Stornara è un modello cui ci si può ispirare per valorizzare anche gli edifici storici, che spesso vengono imbrattati con scritte di ogni tipo.

Tra i murales presenti al Festival ci sono anche i disegni raffiguranti alcuni illustri pugliesi, come il comico Lino Banfi e il musicista foggiano Renzo Arbore. Il primo disegno, posizionato sulle pareti delle abitazioni di Largo Mazzini (nella piazza centrale del paese) è stato realizzato dal giovane artista Francesco Persichella, originario di Canosa (Ba), nel giro di una sola notte.

Origine ed Evoluzione della Street Art

L’arte di Strada è un movimento artistico che non ha un preciso riferimento temporale circa la sua nascita. Ha inizio all’incirca negli anni ’50, per poi evolversi e percorrere strade per lo più rivoluzionarie nei turbolenti anni ’60 e ’70. Inizialmente di carattere “underground“, l’arte di strada seduce e incanta per due caratteristiche principali: l’illegalità e la decadenza.

I pionieri di quest’arte moderna vanno alla ricerca di muri da dipingere nei quartieri più nascosti, nelle gallerie ferroviarie e metro, o semplicemente di edifici abbandonati sui quali immortalare la propria bravura artistica.

La sua approvazione come arte a tutti gli effetti avviene verso la fine degli anni Novanta. Diffusa soprattutto in America, Inghilterra e Francia, la Street Art contribuisce a diffondere la bellezza artistica utilizzando lo strumento dei dipinti e dei “murales”. Oggi alcune figure di spicco in questo campo come Bansky, Blu, Olek, Millo, Zabou e tanti altri regalano opere di sorprendente genialità.

Questo particolare tipo di “graffitismo” si propone l’obiettivo di raggiungere quante più persone possibile, trasmettendo loro un messaggio, un ideale o semplicemente per mettersi alla prova.

L’arte di strada nasce in una notte e spesso in una notte sparisce. Ma oggi, come appunto dimostra il Festival di Stornara, l’originaria precarietà della street art lascia il posto ad una nuova concezione dell’arte, che abbellisce gli edifici dando loro nuova freschezza ed un “senso” che prima non avevano.

Per aggiornamenti sul Festival consultare la pagina Facebook Stramurales