Antonio Livrieri: “Vi racconto la mia esperienza sul set di Tolo Tolo”

Antonio Livrieri: “Vi racconto la mia esperienza sul set di Tolo Tolo”

30 Luglio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Per alcune persone la pellicola “Tolo Tolo” di Checco Zalone, girato anche in Puglia, ha rappresentato un modo piacevole per conoscere da vicino come si svolgono le riprese di un film. Antonio Livrieri, collaboratore scolastico precario di Monopoli (Ba) con la passione per la fotografia, è stato selezionato come comparsa in uno dei casting effettuati in Puglia, e ha voluto raccontarci la sua esperienza.

Per me questa non è stata la prima volta, ho partecipato in passato ad altre produzioni cinematografiche– esordisce Antonio- lavorare nel cinema è stato sempre uno dei miei obiettivi. Ho preso parte a film con Massimo Boldi, Beppe Fiorello e altri attori famosi, e anche con produzioni estere (francesi, olandesi, ecc.). In genere sul set mi diverto tantissimo, mi piace quando il regista si alza in piedi e ci ringrazia soddisfatto per il lavoro svolto”.

Quel giorno-prosegue Antonio, che si dichiara disponibile per fare la comparsa anche a partire da domani- sul set di “Tolo Tolo”, allestito sul molo di tramontana a Monopoli, faceva un caldo da morire. Non avevamo una zona d’ombra disponibile, e tutte le comparse si lamentavano di questo. Alcune volevano anche abbandonare le riprese perché non si sentivano bene. Io, che per carattere cerco sempre di vedere del positivo in ogni cosa, l’ho fatto anche stavolta. Ed infatti è stato un grande successo”.

Le riprese del film sono durate sette/otto ore. Per fortuna, a rendere le cose più leggere e divertenti, c’era Luca Medici, in arte Checco Zalone, che si è dimostrato un regista attento e paziente ed una persona dolce e affettuosa.

Rifarei mille volte la stessa esperienza,  mi sento a mio agio nel mondo del cinema-dice Antonio. “Purtroppo fino ad ora, nonostante io abbia ormai molta esperienza come comparsa, non mi hanno assegnato una parte vera e propria”, dichiara con un po’ di rammarico.

Ma, si spera, la Puglia tornerà presto ad essere la location di tante produzioni televisive e cinematografiche, quindi con un po’ di perseveranza e fortuna Antonio potrà riproporsi e magari ottenere una parte in qualche altro film made in Puglia.

Glielo auguriamo con tutto il cuore!