Bitritto (Ba): il Comune istituisce i condomini letterari per promuovere la cultura del libro

Bitritto (Ba): il Comune istituisce i condomini letterari per promuovere la cultura del libro

12 Giugno 2020 0 Di Cristiana Lenoci

La diffusione della cultura e della lettura passa attraverso gesti concreti e quotidiani. Come quello di fermarsi a leggere un libro all’interno del proprio condominio, assieme al vicino di casa, confrontandosi sulla trama e scambiando qualche chiacchiera che non riguardi soldi da spendere e bollette da pagare. Immaginate se si prendesse la bella abitudine di incontrarsi nella saletta adibita alle riunioni condominiali per parlare di cultura e fare aggregazione.

A Bitritto, una cittadina della provincia di Bari, il Comune ha promosso l’iniziativa dei “condomini letterari” nell’ambito del progetto nazionale “Una città che legge”.

Ogni palazzo o condominio potrà allestire al proprio interno una mini-biblioteca. Viene lasciata ai condomini stessi la decisione di scegliere un “librario” che si occuperà della gestione dei prestiti e di tenere aperta la piccola biblioteca anche a disposizione dei lettori vicini di casa.

Il Comune provvede all’acquisto di volumi cartacei, ma anche di audiolibri ed e-book, sulla base delle disposizioni approvate e finanziate dal Centro per il libro e la lettura del Mibact.

Saranno circa dieci i condomini che potranno accedere a questa bella iniziativa culturale. Ciascuna mini-libreria allestita nel condominio potrà scegliere un particolare momento storico o genere letterario in cui specializzarsi, in modo da differenziarsi rispetto alle altre.

Sarà possibile, inoltre, usufruire di una postazione informatizzata con le piattaforme in grado di organizzare riunioni e condivisioni a distanza con lettori e gruppi di lettura esterni.

In ciascuna mini-biblioteca condominiale si dovranno organizzare appuntamenti fissi di incontro e condivisione tra i lettori, proprio come accede nei salotti letterari. Il Comune considererà questi luoghi come punti di riferimento importanti per promuovere tematiche culturali.

Non è un caso che sia stata scelta proprio Bitritto come destinataria delle risorse finanziarie previste dal progetto “Una città che legge”: questa cittadina pugliese è sede dal 1982 di un premio nazionale di letteratura per l’infanzia ‘Giacomo Giulitto’ e di recente del festival Bit-libri nel centro storico.

Il progetto sarà realizzato in collaborazione con il Centro italiano femminile – Cif Bitritto, i Presìdi del libro, l’associazione Leggo quando voglio di Bari, la libreria Libriamoci e le associazioni del territorio.

Bitritto, però, è ancora sprovvista della biblioteca comunale. I lavori stanno però procedendo velocemente, per cui sarà pronta ed agibile entro la fine dell’anno.

Due immagini di Bitritto (Ba).