Cicorielle selvatiche pugliesi: dai campi in cucina

Cicorielle selvatiche pugliesi: dai campi in cucina

21 Febbraio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

In Puglia esistono diverse tipologie di Cicoria. Questo è un ortaggio assai amato dai pugliesi, per il suo sapore amarognolo e quel pizzicore caratteristico che lascia sul palato. Ma la tipologia di cui vogliamo parlarvi è quella selvatica, che cresce spontaneamente nei campi pugliesi, e che si può raccogliere a mano. Per fortuna la sua individuazione non è difficile: basta riconoscere il fiore, che è di un colore particolare, blu indaco. Le foglie, invece, hanno una forma lanceolata e spesso presentano venature di colore rosso.

La cicoria selvatica fiorisce di solito da Giugno fino a Settembre. Non è difficile trovare le cicorie selvatiche presso i fruttivendoli locali, oppure alle bancarelle che vendono frutta e ortaggi per strada. Una cosa è certa: la cicoria selvatica (o campestre) contiene maggiori sostanze nutritive rispetto a quella coltivata, ed anche il sapore è decisamente più forte e definito.

Se volete rendere felici i vostri ospiti a tavola, provate a servirgli le cicorie selvatiche (accuratamente lavate e pulite per eliminare i residui di terra) come contorno oppure come secondo piatto. La ricetta tipica pugliese salentina prevede cicorie con purè di fave. Ma le cicorie selvatiche possono essere servite anche diversamente, ad esempio con sugo di pomodoro. Oppure c’è chi le preferisce semplicemente lessate e condite soltanto con olio extravergine (un piatto decisamente dietetico ma gustoso).

Qualsiasi sia il modo in cui volete prepararle, prima di tutto dovete lessarle in acqua bollente per circa dieci minuti, poi passarle in acqua fredda. In tal modo dovrebbero perdere l’eccessivo sapore amarognolo.

Poi procedete con la preparazione della ricetta. Noi vi proponiamo le cicorielle selvatiche pugliesi condite con sugo di pomodoro.

Ingredienti della Ricetta per quattro persone

800 gr di cicorielle selvatiche; 2 spicchi di aglio; 3 foglie di alloro; 100 gr di olio extravergine di oliva; 800 gr di pomodori pelati (due scatole); 100 gr di formaggio pecorino nostrano grattugiato.

Preparazione Cicorielle selvatiche con sugo di pomodoro

Dopo aver pulito bene le cicorie, eliminando cioè le foglie più esterne e le parti più rovinate, si mettono a bagno per circa 20 minuti, avendo cura di rimuovere la terra eventualmente rimasta attaccata. Mettete poi a bollire l’acqua in una pentola, aggiungendovi del sale. Soffriggete in un’altra pentola l’aglio, poi una volta che si è dorato, aggiungete pomodorini e alloro e procedete con la cottura.

Non appena l’acqua ha raggiunto il bollore, mettete le cicorielle ben lavate e pulite. Scolatele e infine aggiungete e mescolate con il sugo che avrete cotto a parte. Buon appetito!

 

Annunci