“Il Meglio Sud, attraversare il deserto, superare il divario”: il libro del giornalista Lino Patruno

“Il Meglio Sud, attraversare il deserto, superare il divario”: il libro del giornalista Lino Patruno

17 Maggio 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Guardare il Sud Italia con lo sguardo disincantato e critico di un giornalista, scrittore e saggista come Lino Patruno è sicuramente stimolante, e induce a più di una riflessione sulla condizione di vita dei giovani, soprattutto pugliesi, che dopo gli studi scelgono di andare in altre zone d’Italia o all’estero.

L’ultimo libro scritto da Patruno e pubblicato da Rubbettino Editore, è uno spaccato sulla realtà del Sud Italia e raccoglie le testimonianze di 100 giovani meridionali imprenditori che attualmente guidano aziende che producono o forniscono servizi innovativi. Si tratta di “esempi virtuosi” che riscattano altrettante storie di fughe e fallimenti che purtroppo non è raro incontrare al Sud.

L’autore de “Il Meglio Sud” si sofferma poi sulle motivazioni storiche e sociologiche che hanno provocato il divario tra Nord e Sud del nostro Paese, risalendo ai tempi dell’Unità d’Italia.  Il “deserto” in cui si trova il Sud può essere superato-secondo Patruno- recuperando l’autostima e uscendo dallo stato di rassegnazione.

Questi 100 giovani imprenditori rappresentano appunto la “controtendenza” sulla quale lavorare per venir fuori dalla crisi e ritrovare forza ed entusiasmo: il Sud ha bisogno di diventare “massa critica” per far circolare idee originali e innovatrici.

Il Meridione d’Italia ha una forza intrinseca che non tutti conoscono. Basti pensare (e l’autore riporta tutti i dati nel volume) che il valore aggiunto manifatturiero del Sud è nettamente superiore a quello di Paesi come la Finlandia, la Danimarca, la Romania, la Grecia, il Portogallo, la Slovenia e la Croazia. Lino Patruno denuncia anche la situazione di emergenza in cui si trovano le università del Sud Italia rispetto a quelle del Nord, che ricevono aiuti economici più cospicui a causa degli indicatori di valutazione utilizzati per indirizzare le esigue risorse disponibili.

E’ davvero interessante seguire l’excursus storico, sociologico ed economico delineato dallo scrittore barese Lino Patruno, la cui penna impeccabile e lo stile giornalistico riescono a presentare bene la realtà che è e offrire nel contempo un’idea di quella che dovrebbe essere, in un’ottica di uguaglianza economica e sociale e di pari accesso alle opportunità.

Lino Patruno, barese, classe 1948, giornalista fin dall’età di 18 anni e da tempo anche saggista e scrittore. Laureato in Economia con indirizzo sociologico, nel 1966 è entrato nella redazione de “La Gazzetta del Mezzogiorno” quotidiano del quale nel 1995 è stato nominato Direttore Responsabile. Dal 1991 è anche docente alla facoltà di Economia dell’Università di Bari, dove insegna sia Comunicazione Pubblica che Economia e tecnica della pubblicità al Corso di laurea di Marketing e Comunicazione d’impresa. E’ anche editorialista e direttore della Scuola dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia.

Il giornalista e scrittore barese Lino Patruno