Panni sui Monti Dauni: origini e storia del paese, cosa visitare

Panni sui Monti Dauni: origini e storia del paese, cosa visitare

18 Marzo 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Il paese di Panni, in provincia di Foggia, è un luogo della Puglia che, pur essendo piccolo (meno di 1000 abitanti), racchiude in sé storia e tradizioni che meritano di essere conosciute e apprezzate.

Il borgo deve il suo nome a “Pan”, dio della montagna e dei boschi, raffigurato anche nello stemma municipale. Le origini di questo nucleo urbano sono piuttosto antiche: risalirebbero infatti ad un periodo compreso tra il VII  il V° secolo a.C. Il borgo di Panni, però, viene citato per la prima volta solo in alcuni documenti del 1400.

Un momento cruciale della storia di questo borgo localizzato sui Monti Dauni è il 1456, quando viene colpito da una violenta epidemia di peste che decima la popolazione. Nel 1494, il governo del borgo passa nelle mani dei feudatari Perretto de Ponte e Giovanna de Orengo.

La storia più recente racconta di un territorio che, durante gli anni dell’Unificazione d’Italia, si oppone ai Piemontesi per poi sacrificare molti giovani alla nazione durante i due Conflitti mondiali.

Cosa vedere a Panni

Si può cominciare facendo visita alle Chiese del borgo: la Chiesa Madre Maria SS. Assunta, la Chiesa del Calvario, la Chiesa del Purgatorio. Nei dintorni del paese sorge il Santuario e Convento della Madonna del Bosco, che risalgono al XVII secolo, e sorgono alle falde del monte Crispignano. Ogni anno questo luogo diventa lo scenario di una suggestiva processione che accompagna la Madonna del Bosco fino al paese.

A Panni c’è anche “la Torre”, ossia ciò che rimane di una maestosa fortificazione che un tempo si ergeva in quel luogo. Le origini della Torre sono piuttosto incerte, la realizzazione viene infatti attribuita ai Normanni, a Federico II, a Pietro di Toledo (vicerè di Napoli).

Tra gli edifici storici di Panni vi è Palazzo Manuppelli, che si riconosce per la sua architettura, il portale a tutto sesto, la chiave di volta con stemma, le decorazioni simmetriche raffiguranti animali, a volute e a vortice.

Nel territorio che circonda Panni ci si può facilmente imbattere in antiche Fontane che presentano antiche iscrizioni. Tra le principali: Fontana di S. Elia, Fontana di Mata, Fontana Vecchia, Fontana Nuova.

Cosa fare a Panni

Una delle cose più interessanti da fare in questo borgo pugliese è passeggiare nelle piccole strade del centro storico. Esplorare gli stretti vicoli di Panni significa seguire tanti mini-percorsi che portano alle principali Chiese, oppure alla scoperta di tanti portali scolpiti. Si può anche raggiungere il Belvedere “Toppolo” ai piedi dell’antica Torre e godere dello splendido panorama. Uscendo dal paese e immergendosi nella natura, si possono fare passeggiate a piedi o a cavallo, alla ricerca di antichi mulini ad acqua oppure recarsi al querceto che circonda la Chiesa della Madonna del Bosco.

Panni è uno dei luoghi preferiti dagli appassionati di Parapendio. La sommità del borgo è considerata un punto di lancio privilegiato da coloro che praticano questa disciplina sportiva, e da qui si può godere la vista della Valle del Cervaro, del Monte Crispiniano e dell’Altopiano di Monteleone.

Appuntamenti da non perdere

A Panni si festeggia la ricorrenza di San Giuseppe, il 19 Marzo. Vengono organizzati caratteristici e suggestivi falò per le vie del borgo, e si respira un’atmosfera che coinvolge grandi e piccini con canti e balli intorno al fuoco. Il 15 Agosto ha luogo la Festa delle Spighe, caratterizzata da un corteo con carri addobbati e grano, per ricordare l’antica usanza di donare parte del raccolto ai Santi Patroni.

La Festa dei Santi Patroni (San Vito, San Costanzo, Sant’Antonio da Padova, Madonna del Bosco) si tiene invece nei giorni 25,26 e 27 Agosto. Tre giorni di eventi e manifestazioni, non solo religiose.

Contatti

Per informazioni si può consultare il sito del Comune di Panni (Fg): www.comune.panni.fg.it; tel: 0881-965039; Pro Loco– Via Romolo, 4; tel: 340-6684013

Annunci