Peppe Zullo di Orsara (Fg), grande riconoscimento di “Taste Atlas”: è tra i 10 migliori ristoranti italiani

Peppe Zullo di Orsara (Fg), grande riconoscimento di “Taste Atlas”: è tra i 10 migliori ristoranti italiani

4 Gennaio 2023 0 Di Cristiana Lenoci

Migliore ristorante pugliese e tra i 10 migliori d’Italia: è questo il riconoscimento (meritatissimo) che l’autorevole guida gastronomica Taste Atlas ha attribuito a Peppe Zullo, cuoco di Orsara di Puglia (Fg) che ha chiamato con il suo nome il ristorante che gestisce da anni in questo suggestivo paese dei Monti Dauni.

Peppe Zullo è riuscito in maniera esemplare a mettere insieme armoniosamente la tradizione e l’innovazione in cucina. Le sue ricette, infatti, sono uniche ed originali perché basate sulla qualità delle produzioni locali.

Non è un caso che la “fama” di Orsara in Puglia, in Italia e oltre sia proprio legata a lui, al cuoco orsarese che realizza piatti a dir poco eccellenti utilizzando le erbe di stagione e gli ortaggi prodotti in loco. Una cucina a km zero che, a quanto pare, viene apprezzata ovunque perché genuina e sana.

Il Sindaco di Orsara di Puglia, Mario Simonelli, si è complimentato con  Zullo per il prestigioso riconoscimento ottenuto grazie al suo impegno, al lavoro costante e alla sua passione per il territorio. Un vero e proprio “ambasciatore della cucina pugliese”, che nonostante la popolarità non ha mai perso di vista i principi fondamentali della sua cucina: la stagionalità e la genuinità degli ingredienti.

Da noi vengono cuochi e aspiranti tali da Giappone, Stati Uniti, da ogni parte del globo. Ciò che apprezzano maggiormente è l’assoluta rarità di avere a disposizione, in modo naturale e a pochi metri dalle nostre cucine, una quantità e una qualità più uniche che rare di biodiversità utilizzabile in cucina. Ai loro occhi e per i loro palati, poi, risulta incredibile la ricchezza di una tradizione che, di paese in paese, offre mille varianti per ogni piatto, rivisto, rivisitato e innovato a seconda dei gusti, delle usanze, della creatività”.

La Puglia è il cuore della dieta mediterranea, uno stile di alimentazione che è stato riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità. Gli uliveti e i vigneti a perdita d’occhio, le distese di grano, i tratturi della transumanza, i campi di girasole e quelli delle zucche: qui anche il paesaggio e perfino le strade sono il racconto in presa diretta di un patrimonio che è culturale, storico, ambientale e materiale al contempo”. Questo ha dichiarato Taste Atlas, la celebre guida gastronomica digitale, che ha valutato la cucina italiana come la migliore del mondo.

Alimentare le radici, ciò che siamo, significa lavorare sulla ricerca, sulla storia del nostro territorio, dei suoi prodotti, delle sue vocazioni più vere, farle riemergere, nutrirle e dare alimento a uno sviluppo rispettoso delle persone, dell’ambiente in cui tutti viviamo e della nostra storia”, ha scritto lo chef contadino sul sito Peppezullo.it, in cui descrive la sua attività e tutto ciò che concerne il ristorante e l’organizzazione di cerimonie.