Vent’anni dopo FantAntonio un altro Cassano giallorosso: il barlettano Claudio, 17 anni

Vent’anni dopo FantAntonio un altro Cassano giallorosso: il barlettano Claudio, 17 anni

26 Novembre 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Aveva 19 anni Antonio Cassano, talento calcistico originario di Bari, quando nel 2001 entrò a pieno titolo nel club giallorosso. Circa vent’anni dopo, un altro giovanissimo pugliese con il medesimo cognome, il diciassettenne Claudio Cassano di Barletta, ha firmato il suo primo contratto da professionista con la Roma.

Nato a Trani ma residente a Barletta, Claudio indossa da tre anni la maglia giallorossa, e qualche giorno fa ha festeggiato la sua firma speciale che gli apre le porte del calcio da professionista in una delle squadre italiane più autorevoli nel panorama calcistico.

Sui social il giovanissimo Cassano ha pubblicato un post nel quale riporta il suo orgoglio e la soddisfazione di essere entrato a far parte della squadra giallorossa firmando un contratto da giocatore professionista. “Sempre onorato di indossare questa maglia”, ha scritto nel post in cui appare insieme al team manager Morgan De Sanctis.

Claudio ha sempre avuto, sin da piccolo, la passione per il calcio. In campo il suo talento è notevole, in posizione di attaccante è in grado di fare goal e servire la palla giusta per segnare. I giocatori cui si ispira sono Lorenzo Insigne del Napoli e Papu Gomez dell’Atalanta.

Il percorso sportivo di Claudio è cominciato nell’Apd Brasilea Barletta. Il suo stile nel gioco ha presto attirato l’interesse di alcuni osservatori del Chievo e della Juventus. In seguito passa a giocare nel Bisceglie, e segna più di trenta reti nell’Under 15 nerazzurra.

Poi, finalmente, la grande occasione. Quella che arriva a tutti i grandi giocatori una volta nella vita, come è successo ad Antonio Cassano ben venti anni fa. Che poi, coincidenza vuole che i due ricoprano lo stesso ruolo in campo.

In seguito Claudio viene convocato nella Roma e nella Nazionale Italiana Under 17. Una grande soddisfazione, per un ragazzino innamorato del calcio e con grandi ambizioni.

Ora il sogno di esordire in prima squadra è molto più vicino, palpabile, dopo la firma del contratto da professionista. Il modo di giocare di Claudio, la sua tenuta in campo da attaccante (esterno o seconda punta) non sono passati inosservati anche all’estero.

Ma la strada è ancora lunga, e noi ci auguriamo che sia sempre luminosa e piena di soddisfazioni. In bocca al lupo, Claudio!