Bari al primo posto, Cerignola all’ultimo per vivibilità: la classifica di Amazing Puglia

Bari al primo posto, Cerignola all’ultimo per vivibilità: la classifica di Amazing Puglia

8 Agosto 2020 10 Di Cristiana Lenoci

La Puglia è una delle regioni italiane in cui molti vorrebbero vivere e che alcuni scelgono volontariamente rispetto ad altri luoghi del Belpaese.  Certo, la qualità della vita in alcuni comuni è sicuramente ottima, ma la realtà pugliese è variegata e presenta diverse sfaccettature, anche a seconda delle zone che si prendono in considerazione.

La rivista Amazing Puglia ha stilato la Lista delle 70 Città pugliesi in cui si vive meglio per l’anno in corso. Gli indicatori prescelti per realizzare la classifica sono: 1) Stabilità amministrativa; 2) vivacità culturale e imprenditoriale; 3) presenza di infrastrutture; 4) qualità della pubblica istruzione e presenza di corsi universitari; 5) aree verdi e piste ciclabili; 6) progetti presentati e/o finanziati; 8) sicurezza e ordine pubblico; 9) qualità dei trasporti pubblici; 10) attenzione verso i disabili; 11) servizi ai turisti; 12) qualità dell’offerta della ristorazione; 13) indici della raccolta differenziata; 14) possibilità di fare shopping; 15) cura e decoro dei centri storici.

Sulla base di tali indicatori Bari risulta al primo posto, seguita da Monopoli, Lecce, Trani e Brindisi. Che sia la presenza del mare a fare la differenza? Può essere, anche se Barletta si è posizionata al 15° posto con un bel po’ di distacco, e non è andata bene anche ad alcune rinomate località del Salento, come Otranto (40° posto), o Peschici, sul Gargano, che addirittura rimedia un penultimo posto in classifica.

Fanalino di coda è Cerignola, cittadina della provincia di Foggia che ha dato i natali al politico e sindacalista Giuseppe Di Vittorio e Nicola Zingarelli, autore dell’omonimo vocabolario. E’ evidente che Cerignola, insieme ad altri comuni del Foggiano, paga lo scotto di una criminalità diffusa e di una delinquenza minorile piuttosto sviluppata.

Ma lungi dal voler essere una classifica che stigmatizza i luoghi pugliesi creando disparità e differenze, questa lista è un monito ad abitanti e amministratori ad impegnarsi in maniera costante e mirata per risolvere lacune e problemi che attanagliano alcune realtà della regione e di cui, forse, ancora poco ci si occupa concretamente, avendo spazio solo nei sermoni dei politici.

Come appunto ci tiene a sottolineare la redazione di Amazing Puglia: “Le città che prosperano sono quelle aperte, sicure e ambiziose. Che guardano al futuro ma rispettano e custodiscono bene il loro passato”.

Non possiamo che essere d’accordo con questa affermazione.