Calcio Femminile: La Pink Bari si arrende alla Roma.

Calcio Femminile: La Pink Bari si arrende alla Roma.

13 Gennaio 2020 0 Di Vincenzo Barnabà

Pink Bari-Roma 0-3

5′ Bonfantini, 10′ Giugliano, 72′ Thomas

Pink Bari (4-4-2): Myllyoja; Marrone, Culver, Di Bari, Capitanelli; Piro, Honkanen, Carp,Torres; Ketis, Zammit. All. Caricola

Roma (4-3-3): Ceasar; Soffia, Swaby, Pettenuzzo, Bartoli; Bernauer, Giugliano, Andressa; Bonfantini, Thomas, Serturini. All. Bavagnoli

 

La Roma vince 3-0 in casa della Pink Bari nell’ultima giornata del girone d’andata e si prende momentaneamente il secondo posto in classifica nella Serie A Femminile.

Le ragazze di Elisabetta Bavagnoli partono subito forte e passano già al 5′, quando un tocco in area di rigore di Agnese Bonfantini sorprende il portiere di casa Myllyoja e sblocca il risultato. Le giallorosse chiudono virtualmente la gara al minuto 10, quando sale in cattedra Manuela Giugliano: conclusione dalla distanza imprendicile e 2-0 per la squadra ospite.

Un dominio pressoché incontrastato della Roma, che sfiora in più occasioni il terzo gol prima dell’intervallo. La prima azione pericolosa della Pink Bari arriva alla mezz’ora, quando Caesar è reattivo a respingere sugli sviluppi di una mischia in area di rigore. In chiusura di tempo, Serturini ci prova dal limite, senza successo.

E’ solo questione di tempo per il terzo gol ospite, che arriva al 72′, quando Lindsey Thomas mette in rete il tris giallorosso su cross di Thestrup.

Con questo successo, alla prima dopo la sosta natalizia, la Roma si consolida al terzo posto, con 24 punti.

Orobica-Fiorentina 1-4

10′, 19′ Mauro (F), 22′ Muya (O), 52′ De Vanna (F), 83′ Lazaro (F)

 

Orobica Bergamo (4-4-2): Lonni, Milesi, Zanoli, Foti, Merli, Brasi, Visani, Marolt, Hilaj, Muya. All. Marini

Fiorentina Women (4-3-1-2): Ohrstrom, Vigilucci, Tortelli, Agard, Fusini, Guagni, Adami, Mascarello, Bonetti, De Vanna, Mauro. All. Cincotta

La Fiorentina risponde subito alla Roma: le ragazze di Antonio Cincotta vincono 4-1 sul campo dell’Orobica Bergamo e si riprendono il secondo posto in classifica, a -3 dalla Juventus capolista, impegnata domani alle 12:30 sul campo del Tavagnacco (diretta Sky Sport Uno e Sky Sport Serie A).

Le viola si portano presto sul 2-0: merito di Ilaria Mauro realizza una doppietta tra il 10‘ (tiro da dentro l’area piccola) e il 19‘ (colpo di testa su cross dalla trequarti) e indirizza la partita a favore dei suoi.

L’Orobica Bergamo, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, riesca a reagire e accrcia le distanze con Muya al 22′.

Nella ripresa la Fiorentina chiude definitivamente la gara. Al 52′ De Vanna riceve sul filtrante di Bonetti e batte Lanni con un rasoterra vincente. Al 81′ il gol del 4-1: la firma di Lazaro, che realizza un vero rigore in movimento, ricevendo il pallone di Thogersen dalla destra.

Con questo successo la Fiorentina si riporta al secondo posto, effettuando il contro-sorpasso immediato sulla Roma. L’Orobica Bergamo rimane all’ultimo posto, con un solo punto.

Inter-Florentia 0-0

Inter (4-4-2): Marchitelli; Merlo (46’st Capucci), Auvinen, Debever, Bartonova; Brustia (33’st Pandini), Nyman, Alborghetti, Marinelli; Tarenzi, Van Kerkhoven (23’st Baresi). All. Sorbi

Florentia (4-3-3): Schroffenegger; Ceci, Dongus, Rodella, Bursi; Re; Roche (13′ Martinovic), Vicchiarello; Dupuy (33′ Lipman), Nocchi, Imprezzabie. All. Carobbi

 

Inizia con un pareggio per 0-0 il 2020 di Inter Florentia. Un risultato che sta stretto ad entrambe le squadre. Può rammaricarsi di più l’Inter, già vicina al gol con il destro dal limite di Alborghetti, che sfila dopo una deviazione. Sempre la numero 19 pericolosa al 19′, con un rasoterra da fuori deviato con un ottimo intervento di Schroffenegger.

Nel secondo tempo altre due occasioni nitide per le nerazzurre di Sorbi, con un colpo di testa di Tarenzi e un tentativo di Marinelli nell’area piccola: in entrambi i casi ancora il portiere viola salva il risultato.

Un pareggio che fa salire l’Inter a 12 punti, due lunghezze in meno proprio rispetto alla squadra di Carobbi.

Sassuolo-Verona 4-1

37′, 45′ e 50′ Ferrato (S), 49′ Cantore (V), 86′ aut. Perin (S)

Sassuolo (3-5-2): Lemey; Filangeri, Cutler, Molin; Lenzini, Pondini (76′ Orsi), Errico (28′ Ferrato), Dubcova K., Dubcova M; Sabatino, Pugnali (59′ Monterubbiano). All. Piovani

Hellas Verona (4-4-2): Forcinella; Motta (72′ Solow), Meneghini, Perin, Mella (54′ Lazzari); Glionna, Bardin (76′ Pasini), Sardu, Ledri; Cantore, Pirone. All. Bonazzoli

 

Terza vittoria nelle ultime quattro gare per il Sassuolo, che vince 4-1 in casa contro il Verona e si conferma al quinto posto in classifica.

Grande protagonista della vittoria delle emiliane è Claudia Ferrato. La classe ’96, inserita al 28′ dal mister neroverde Piovani, sblocca la gara con un colpo di testa al 37′, dopo un errore del portiere ospite Forcinella. La doppietta personale arriva all’ultimo minuto del primo tempo: su azione offensiva, dopo la traversa di Pugnali Ferrato è la più veloce a colpire in tuffo di testa e a mettere in rete.

Nella ripresa il Verona parte forte ed accorcia le distanze con Cantore, che dialoga con Pirone e batte Lemey. E’ però solo un’illusione: appena un minuto più tardi Ferrato viene lanciata in profondità, sorprende Forcinella in uscita e fa 3-1.

Il Verona sbaglia un rigore con Pirone (grande parata di Lemey) prima di incassare il gol del definitivo 4-1: Ferrato questa volta ad aprire l’azione, cross di Lenzini che Perin devia nella propria rete.

Con questo successo il Sassuolo sale a quota 17 punti, mentre il Verona rimane fermo a 11.

Annunci