Checco Zalone: qualche indiscrezione sul film “Tolo Tolo” da Gennaio al cinema

Checco Zalone: qualche indiscrezione sul film “Tolo Tolo” da Gennaio al cinema

22 Novembre 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Sul prossimo film di Checco Zalone, nelle sale cinematografiche a partire dal 1° Gennaio 2020, c’è riserbo (quasi) assoluto. Il comico pugliese ha rilasciato ancora poche interviste sull’argomento. Probabilmente preferisce alimentare la curiosità e la suspense tra i fan che lo seguono da sempre, fin dai suoi esordi al cinema.

Una cosa è certa: c’è grande interesse intorno a questa pellicola, che è stata girata anche in Puglia, sulla Murgia. I fan del grande Zalone non hanno alcun dubbio: anche questo film sbancherà i botteghini e non deluderà gli spettatori.

Qualche indiscrezione, però, comincia a trapelare negli ambienti più vicini all’attore. Ad esempio, pare che l’ex governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola, apparirà in una scena del film in cui interpreta se stesso. Nella pellicola Zalone, sommerso da una serie di problemi, si reca nella residenza estiva dell’ex presidente per chiedergli un aiuto. Tra Zalone e Vendola è stato subito amore a prima vista, tanto è vero che il comico riesce ad imitarlo alla perfezione in ogni minimo particolare, compresa la non facile “s” sibilante.

Ma non c’è solo Vendola tra gli illustri ospiti di “Tolo Tolo”. Nel lungometraggio del comico originario di Capurso (Ba) compare anche il cantante di Zapponeta (Fg) Nicola Di Bari. Il 79enne vincitore del Festival di Sanremo nel 1971 con il brano “Il cuore è uno zingaro”, si trova all’interno del ristorante sushi, nella scena girata la scorsa primavera a Gravina di Puglia (Ba).

Insieme alle numerose comparse che prendono parte al film prodotto dalla Taodue, c’è anche l’attrice Barbara Bouchet, che Zalone nella pellicola incontra in Kenia, per la precisione a Malindi.

Qualche piccola indiscrezione trapela anche circa la trama. Tolo Tolo è la storia di un migrante che lascia l’Italia Meridionale per raggiungere l’Africa. Naturalmente il viaggio sarà costellato di incontri e disavventure esilaranti. Il protagonista fa amicizia con alcuni migranti e con un bimbo originario del Kenya, con il quale compirà il viaggio di ritorno verso l’Europa.

Gravina di Puglia e Acquaviva delle Fonti, entrambe località della provincia di Bari, sono state le due location pugliesi scelte per le riprese di alcune scene del film. Ad Acquaviva delle Fonti, in particolare, Zalone arriva in una giornata piovosa, e si reca in banca per versare l’Iva all’erario. Nella finzione cinematografica siamo negli anni Novanta, ed Equitalia non esiste ancora.

Cosa ci riserverà il nuovo film di Checco Zalone? Sono in molti a scommettere che, oltre alle risate, potrebbe contenere spunti di riflessione su temi sociali anche importanti. Non ci resta che attendere gli inizi del nuovo anno per scoprirlo.

 

 

Annunci