Gianni Ciardo: “Non sopporto il teatro in streaming, dopo il Covid sarà boom degli spettacoli dal vivo”

Gianni Ciardo: “Non sopporto il teatro in streaming, dopo il Covid sarà boom degli spettacoli dal vivo”

18 Gennaio 2021 0 Di Cristiana Lenoci

E’ un attore della “vecchia guardia”, Gianni Ciardo, uno dei fondatori della “commedia barese”, conosciuto e apprezzato per la verve e l’arguzia che lo contraddistinguono. In una recente intervista rilasciata al quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”, il comico pugliese difende strenuamente la professionalità di chi, come lui, ha sempre intrattenuto il pubblico sul palco, e si rifiuta- pur in un momento di emergenza come questo- di ricorrere ad altri strumenti come la modalità di trasmissione degli spettacoli in streaming.

Lo streaming è televisione, ma senza le regole della televisione”- ha dichiarato Ciardo, aggiungendo: “è una specie di refugium peccatorum”.

Il comico originario di Bari, che ha all’attivo una carriera teatrale di tutto rispetto ed anche una lunga esperienza in campo televisivo, sembra cauto ma ottimista sul futuro. “Ci sarà un boom. Una volta svoltata e superata questa crisi da Pandemia, che prima o poi finirà, ci sarà un boom del teatro, dello spettacolo dal vivo, con la gente di teatro alla riscossa. Vedrete che spunteranno come i funghi dopo la pioggia. Quelli bravi e anche quelli ciucci, purtroppo”.

La crisi provocata dalle restrizioni a causa del Covid sta duramente colpendo la categoria degli attori e degli operatori dello spettacolo. Anche Gianni è stato costretto a rimandare ed annullare alcuni appuntamenti.

Proprio in questi giorni, per l’ esattezza il 9 gennaio, dovevo essere sul palco del Teatroteam col mio lavoro Novecento, dal testo di Baricco, che ha debuttato già a Bari alla Vallisa. Tutto rinviato sine die, o meglio tutto rinviato a ottobre, nella speranza che si possa riaprire ovunque normalmente e con un numero di spettatori adeguato. Anche la stagione che avevo programmato alla Vallisa, con numerosissime recite in mezzo alla settimana di tanti miei lavori, vecchi e nuovi, tutto saltato, tutto rinviato a data da destinarsi”.

Non riuscendo a fare previsioni circa la ripresa delle normali attività, Gianni Ciardo conclude con la citazione del grande Eduardo De Filippo: “Addà passà a nuttata”, “sperando che questa volta sia una nottata più breve delle solite”.

Il nostro desiderio è tornare al teatro al più presto, per gustare una bella commedia di Gianni Ciardo e di altri attori che portano la Puglia “in giro per il mondo” con i loro spettacoli.