Imbarcazione  a vela confiscata alla mafia diventerà biblioteca sul mare

Imbarcazione a vela confiscata alla mafia diventerà biblioteca sul mare

25 Aprile 2019 0 Di Cristiana Lenoci

La Puglia è una regione assai ricca di beni confiscati alla mafia e restituiti alla collettività. Per questo abbiamo intenzione di compiere un viaggio alla scoperta di alcuni di essi, partendo oggi da questo progetto molto interessante.

Si chiama “Bari Social Boat” l’iniziativa presentata ieri nel porto di Bari che vedrà coinvolti 12 ragazzi in un progetto di formazione finanziato dal dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità. Grazie alla collaborazione fra il Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata e l’assessorato al Welfare del Comune di Bari una barca a vela confiscata alla mafia diventerà una biblioteca galleggiante.

Il progetto, che mira a promuovere la lettura, è realizzato in rete con Bari Social Book, nell’ambito del bando “Città che legge 2018”. L’imbarcazione a vela sarà quindi restaurata grazie all’impegno congiunto di minori e giovani adulti coinvolti nel circuito penale. All’interno della barca sarà allestita una biblioteca con volumi dedicati ai temi del viaggio/accoglienza/mare, e sarà dotata di collegamenti multimediali. Inoltre verranno organizzate attività diverse di promozione alla lettura, sia in inverno che durante i mesi estivi.

L’inaugurazione della barca è prevista per il mese di Luglio. In occasione della terza edizione del Festival del libro sociale e di comunità verranno ospitati autori, autrici, illustratori e incontri di presentazione di libri, insieme a momenti di lettura.

In particolare, all’interno della barca a vela presidio di legalità saranno narrate storie sul mare da parte di autori sia locali che internazionali. I momenti narrativi saranno inframmezzati da performance musicali ed artistiche. Sono previste anche mini crociere per piccoli gruppi ed eventi e manifestazioni sportive.

Annunci