In Puglia il divertimento è a forma di Dinosauro: Da Borgo Celano ad Altamura, i migliori Parchi a tema

Stai pensando ad una bella giornata da trascorrere con la famiglia, semmai all’area aperta? Eccoti alcuni dei parchi divertimento pensati per te e per i tuoi bambini.

Parco dei Dinosauri di Castellana Grotte (BA

Visitare il Parco dei Dinosauri di Castellana Grotte (BA) vi porterà indietro nel tempo, ma tanto indietro, da fornirvi la possibilità di conoscere gli animali che hanno dato vita alla fauna che oggi popola il nostro pianeta. Una guida vi accompagnerà, permettendo a grandi e piccini un viaggio nel passato del nostro pianeta Terra:  dall’era primaria, Era Paleozoica, con pesci, anfibi e rettili primordiali, come il “Dimetrodonte”.

Passando per l’era secondaria, Era Mesozoica, dominata dai grandi dinosauri, straordinari dominatori del pianeta per circa 160 milioni di anni: dal Celeofisis, uno dei primi Teropodi ad evolversi, al Velociraptor, forse ultimo rappresentante dei dinosauri a trasformarsi negli animali più straordinari che oggi popolano il nostro pianeta, ovvero “gli uccelli”. Per arrivare all’Era Cenozoica, dominata dai mammiferi, questi ultimi rappresentati all’interno del parco dal Mastodonte Americano e da alcune specie di Ominidi “Abilis, Erectus, Neandertal”. Il Parco dei Dinosauri di Castellana Grotte vi da la possibilità di ammirare uno splendido museo all’aperto con animali a grandezza naturale, riprodotto fedelmente da fossili trovati da paleontologi su tutto il pianeta dal 1820 ad oggi. 

DURATA DEL PERCORSO: La durata della visita guidata è di circa 40/45 minuti al termine potrete intrattenervi e muovervi in assoluta libertà.
La mostra è all’aperto!

TARIFFE:  Ingresso 6,00 euro – i bambini fino a 5 anni non pagano

I BIGLIETTI SONO ACQUISTABILI PRESSO LA BIGLIETTERIA DALLE ORE 9,30

ANIMALI AMMESSI: I vostri amici a quattro zampe sono i benvenuti, seguendo quelle che sono le regole generali e il buon senso che si applica in luoghi frequentati da bambini.

VILLAGE PARK – BORGO CELANO

A Borgo Celano, frazione di San Marco in Lamis, c’è un luogo dove immergersi nel passato attraverso strutture e tecnologie attuali del Parco Nazionale del Gargano; un percorso interattivo interno al museo, per tuffarsi in un tempo e in uno spazio lontani milioni di anni.

Alla luce degli eccezionali ritrovamenti di orme di dinosauri rinvenute nel territorio di San Marco in Lamis, il museo propone pannelli illustrativi, filmati, diorami e ricostruzioni di luoghi basati su studi scientifici,al fine di preparare il visitatore al percorso esterno.

Nello spazio del parco infatti, è stato allestito un sentiero illustrato da percorrere, per poter vivere l’emozione dell’incontro con tracce reali, anche attraverso la ricostruzione di un habitat naturale e incontaminato, tra piante locali e specchi d’acqua, fra tracce e impronte, ci si potrà imbattere in creature (in dimensioni reali) vissute proprio su questo territorio 120 milioni di anni fa.

Orme di Dinosauri (Cava Pontrelli) – ALTAMURA

Ad Altamura, in una cava abbandonata (località Pontrelli), è stato scoperto un giacimento, risalente a circa 70 milioni di anni fà (Cretaceo), di oltre 4000 impronte ben conservate di dinosauri, organizzate in vere e proprie piste. Sono impronte di oltre 200 esemplari di almeno 5 diverse specie. La maggior parte delle impronte appartengono a dinosauri erbivori, ma ve ne sono anche appartenenti a dinosauri carnivori. Durante il periodo Cretaceo, dal punto di vista metereologico la Puglia presentava un clima ben diverso da quello attuale: c’era infatti un caldo tropicale, simile a quello di un paese equatoriali, e il territorio presentava estese piane fangose.

Dalle impronte, inoltre, è stato possibile reperire informazioni sull’apparato motorio scheletrico, la postura, l’andatura, il comportamento, la velocità e le preferenze ambientali degli animali. Tracce fossili del genere sono state rinvenute in altre parti del mondo, ma alcuni fattori rendono quelle trovate ad Altamura uniche nel loro genere: innanzitutto l’eccellente qualità dello stato di conservazione, ed a seguire il numero elevato delle diverse specie accertate.


I lavori non sono ancora terminati (l’area interessata è vasta, circa 12.000 mq) e quindi promettono addirittura ulteriori rivelazioni. Come detto le impronte risalgono al Cretaceo superiore, circa 70 milioni di anni fa, e testimoniano la presenza di oltre duecento specie, appartenenti almeno a cinque gruppi diversi di dinosauri, erbivori (i sauropodi, dotati di un collo molto lungo, i ceratopsidi, caratterizzati da un cranio pesantemente corazzato e munito di molteplici corni, gli iguanodontidi e gli anchilosauri, la cui presenza, se confermata dagli studi appena avviati, costituirebbe il primo caso conosciuto al mondo) e anche carnivori (i teropodi, bipedi e simili al tirannosauro).Le dimensioni delle impronte variano dai 5 – 6 cm fino ai 40 – 45 cm, facendo supporre di trovarsi di fronte ad animali alti fino a 10 metri. In molte impronte sono addirittura visibili le pieghe della pelle.Tale eccezionale stato di conservazione delle impronte è dovuto alla presenza di un terreno paludoso dal fondo fangoso, con tappeti di alghe che hanno permesso la cementazione dell’impronta. In numerose impronte è infatti ancora visibile la piccola onda di fango generata nel momento in cui l’animale ha poggiato la zampa al suolo.

BOSCOSAURO – ALTAMURA

Quello che vedrete e farete a Boscosauro è qualcosa che non avete mai visto né fatto. Camminerete accanto ai dinosauri, riprodotti a grandezza naturale, in grado di muoversi ed emettere versi grazie alla tecnologia animatronics. Visiterete il villaggio dei Neanderthal con riproduzioni a grandezza umana dei nostri antenati. Vi sentirete incredibilmente piccoli e i più piccoli vedranno cose incredibili.

Lo scenario è suggestivo con enormi sagome di dinosauri ritagliate nel cielo, con un bosco tutto da esplorare e praticare a piedi o in bici tra i querceti e i pascoli della Tenuta Sabini. E poi c’è il picnic Boscosauro, in un’area immersa nella natura ma completamente attrezzata dove rilassarvi e vivere senza pensieri la vostra straordinaria, giurassica giornata a Boscosauro.

Non resta che dire: ATTENTI AL T-REX!

Annunci
Leave a comment

Leave a Reply