La focaccia barese di Tony Fiore è la più buona d’Italia: A decretarlo, il  FICO Eatalyworld

La focaccia barese di Tony Fiore è la più buona d’Italia: A decretarlo, il FICO Eatalyworld

29 Maggio 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

La focaccia pugliese è la più buona d’Italia. A decretarlo, a Bologna, il FICO Eatalyworld, parco tematico dedicato al settore agroalimentare  e alla gastronomia, nel suo genere tra i più grandi al mondo, visitato ogni anno da oltre 1,5 milioni di visitatori. Se poi, la focaccia più buona d’Itala è quella barese realizzata dallo storico Panificio Fiore nel Borgo Antico, c’è di che essere particolarmente  orgogliosi.

Soddisfatto ed emozionato Tony Fiore: «mi sono sentito molto lusingato nell’essere stato designato a partecipare a questa competizione in una sede tanto prestigiosa. E devo dire che anche la focaccia ligure era molto gustosa. Ma –consentitemelo senza essere tacciato di presunzione – la Puglia non teme confronti, soprattutto quando si parla di gastronomia e alimentazione in generale». 

A sfidarsi a colpi di focaccia sabato 25 maggio, Tony Fiore, titolare dell’omonimo panificio a due passi dalla Basilica di San Nicola, versus un  panificatore di altissimo livello proveniente dalla Liguria, Zena Zuena di Genova. Perché, bisogna dirselo, anche la focaccia ligure non scherza.

I due contendenti, inviati espressamente e nominalmente a Fico hanno impastato la  focaccia, nei forni messi a disposizione. In Arena, invece, è stata realizzata la quantità necessaria affinché la giuria composta da un centinaio di persone qualificate, potesse degustare e votare. La vittoria del panificio barese è stata schiacciante.

Annunci