Marika Vasciaveo, stilista pugliese: “Ho realizzato gli abiti per le concorrenti di Top Model of the World 2019”

Marika Vasciaveo, stilista pugliese: “Ho realizzato gli abiti per le concorrenti di Top Model of the World 2019”

22 Gennaio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Non poteva mancare la Puglia anche in un evento di respiro internazionale dedicato alla Moda. Sì perché, a realizzare abiti per tutte le concorrenti della finalissima di Top Model of the World Italy 2019 (che terminerà dopodomani con la Finalissima a Hurghada, in Egitto) compresi quelli indossati da Roberta Quinto, finalista italiana, ci ha pensato una talentuosa fashion designer originaria di Cerignola (Fg): Marika Vasciaveo. Roberta Quinto, la modella “vestita” dalla bravissima Marika, rappresenterà l’Italia nel mondo tra 80 finaliste selezionate.

Raggiungo Marika nel suo bellissimo Atelier LoLà Couture, ubicato al primo piano di una strada del centro storico (a poca distanza dal Duomo). Devo dire che il mio è stato un piacevolissimo “viaggio” nella moda quella vera, vissuta, fatta di modelli da realizzare, clienti da accontentare, modifiche da apportare per rendere gli abiti più adatti a ciascuna.

Entrare nell’atelier LoLà Couture significa toccare con mano stoffe che forgeranno corpi di ogni tipo, guardare i bozzetti che attendono di prendere vita, respirare nelle stanze il lavoro, l’impegno, la passione di Marika, la titolare, e delle sue esperte collaboratrici. Lei stessa, Marika, è un’icona fashion. Niente, nel suo stile impeccabile, è lasciato al caso. E ammette: “Io adoro sentirmi una donna diversa in ogni circostanza. Se un giorno mi sento sexy, lascio emergere questo lato di me con alcuni dettagli dell’outfit, se invece mi sento più romantica indosso un lunghissimo abito in morbidissima seta, ed è quello che voglio comunicare con la mia collezione”.

Parliamo per ore. E l’intervista è solo una parte di ciò che ci siamo dette. Le donne, si sa, parlano piacevolmente di tutto e Marika è davvero un’ottima interlocutrice. Motivo in più per fare una capatina presso il suo Atelier, LoLà Couture, che si trova in Viale Roosevelt n. 5 (primo piano), a Cerignola. Qui la moda si tocca con mano e lo stile è il protagonista indiscusso di qualsiasi cosa, anche di un semplice accessorio.

R: Buongiorno, Marika. Intanto complimenti per gli abiti sono davvero bellissimi e originali. Quando hai cominciato ad appassionarti alla Moda?

MV: Ero piccola, e devo a mia madre la passione che oggi provo per il mondo della moda. Lei, oltre ad essere insegnante, amava realizzare vestiti a mano. Ed infatti aveva aperto una boutique in cui vendeva i modelli che realizzava. Io ero affascinata dal lavoro che lei svolgeva, e la imitavo con entusiasmo. Utilizzavo i giornali di moda come “Burda”, prendevo i modelli di base e poi li personalizzavo a mio piacimento. E ricordo che, pur essendo alle prime armi, spesso avevo l’intuizione giusta per valorizzare un abito e mi permettevo anche, a volte, di dare qualche consiglio di stile alle signore che venivano a provare i vestiti realizzati da mia mamma. Lei mi dava la possibilità di stare a stretto contatto con le clienti e io la guardavo per ore e ore mentre cuciva gli abiti: infatti, come faceva lei allora, anche io oggi lavoro a mano, artigianalmente, realizzo così le mie linee di abiti e borse.

R: Intanto complimenti per gli abiti realizzati, sono davvero bellissimi e originali. Ci racconti questa esperienza della partecipazione a Top Model of the World Italy 2019?

MV: Intanto un accenno a Top Model of the World Italy 2019. Si tratta senza dubbio di uno dei più prestigiosi concorsi e fashion talent  riguardanti la Bellezza e la Moda, che si concluderà domani nella splendida località di Hurghada, in Egitto. A rappresentare il nostro Paese nella fase finale di questo talent show sarà la modella Roberta Quinto, 19enne di Matera, che ha vinto l’edizione italiana del concorso, organizzata e gestita da Miky Falcicchio (coordinatore nazionale del concorso) e Silvia Bianculli (direttrice nazionale ed esclusivista nazionale del marchio, nonché talent e fashion scout del mondo femminile). Sono stata contattata dall’organizzatore che conosceva le mie creazioni e mi riteneva all’altezza della situazione.

La conduzione del programma era affidata ad una mia cara amica Alina Liccione, che conoscevo e seguivo già da un po’ di tempo e con la quale si è creata una bella empatia. Ho così accettato questo importante incarico. Io e le mie collaboratrici abbiamo lavorato senza sosta per un mese, visto che avevamo i tempi ristretti. Devo dire che ogni modella ha avuto il vestito giusto, ognuna ha indossato l’abito che faceva per lei (anche se abbiamo lavorato senza avere foto delle singole top model in anteprima). Questa è stata sicuramente la soddisfazione più grande.

Il filo conduttore della nuova capsule collection realizzata da LoLà Couture per questo evento interamente dedicato alla bellezza femminile e alla Moda è  il giusto mix tra sensualità e raffinatezza. Il che, si traduce, negli abiti, in spacchi profondi o audaci scollature, sempre impreziositi da tessuti preziosi.

R: Cosa significa per te realizzare abiti per le donne?

MV: Io sono stata sempre affascinata dalla bellezza del corpo femminile. Ritengo che ogni abito, però, vada abbinato a ciascuna donna, tenendo conto delle sue forme e delle caratteristiche fisiche. Io invito sempre le donne che desiderano un abito da indossare per un’occasione particolare a passare dal mio Atelier. Qui, davanti ad un tè, abbiamo modo di chiacchierare e conoscerci meglio. Così, in maniera molto naturale, io riesco a capire qual è l’abito che potrebbe andare meglio, in base alla personalità che emerge e al carattere che ogni donna lascia trapelare. La stilista è anche un po’ “psicologa”: spesso dietro la scelta di un abito si cela il desiderio di una donna di uscire dalla routine quotidiana, di stupire se stessa e gli altri.

R: Devo dirti che il tuo Atelier, arredato con stile, è davvero un ambiente particolare, in cui ci si sente a proprio agio.

MV: Ho creato un Atelier in cui ogni donna può sentirsi protagonista. A differenza di quello che comunemente si crede, farsi realizzare un abito o una borsa qui non ha costi eccessivamente alti. Anzi, spesso si è portati a spendere di più nei negozi rinunciando però ad indossare un capo unico o una borsa fatta proprio come la si desidera.

L’intervista termina con Marika che mi mostra alcuni bozzetti di abiti e le ultime borse realizzate interamente a mano: un tripudio di colori, morbidezza e fascino. La Moda è Passione, Impegno, voglia di mettersi in gioco, tutte doti che a questa stilista non mancano di certo.

 

Annunci