Ostia ripiena: il dolce garganico dalle origini antiche ma sempre attuale

Ostia ripiena: il dolce garganico dalle origini antiche ma sempre attuale

7 Marzo 2021 0 Di Cristiana Lenoci

Sul Gargano, ed in particolar modo a Monte Sant’Angelo, i bar e le pasticcerie espongono con orgoglio in vetrina i vassoi ricolmi di ostie ripiene.

L’ostia ripiena è un dolce dalle origini antiche che però piace tanto ancora oggi, perché al gusto delicato dell’ostia unisce la croccantezza delle mandorle tostate e caramellate e quello leggermente amarognolo e speziato della cannella. Insomma, ha un sapore unico che lo rende originale e per nulla simile ad altri dolci della tradizione pugliese.

Le ostie possono essere acquistate nei forni o nei negozi specializzati di gastronomia (sul Gargano ve ne sono ad ogni passo, un po’ meno altrove). In alternativa, ci si può sempre rivolgere a negozi e-commerce di prodotti tipici pugliesi. Oppure potete provare a realizzarle a casa, mescolando farina bianca, un filo di olio extravergine di oliva ed acqua con l’aiuto di un apposito ferro a tenaglia da esporre al calore vivo del fuoco e girato da una parte e dall’altra.

Mandorle e miele, gli ingredienti essenziali della ricetta originale garganica, devono essere di buona qualità (meglio ancora se biologici).

Origini dell’ostia ripiena

La tradizione popolare racconta che all’interno della cucina del Monastero della Trinità di Santa Chiara, a Monte Sant’Angelo, un giorno alcune suore preparavano l’impasto per le ostie, e per sbaglio caddero alcune mandorle nel miele che avevano appena tolto dal fuoco. Una suora cercò di togliere le mandorle cadute utilizzando due ostie, ma queste restarono attaccate nel miele. Da questo casuale incidente nacque il dessert che conosciamo noi oggi.

Ingredienti: 300 grammi di mandorle (abbrustolite in forno), 10 ostie, 50 gr di zucchero, 250 gr di miele, cannella.

Procedimento: Mettete le mandorle in un tegamino, mescolate e poi aggiungete zucchero e miele. Fate sciogliere bene il composto utilizzando un pratico cucchiaio di legno. Proseguite la cottura per circa 30 minuti a fiamma lenta, mescolando spesso in modo che la miscela non si attacchi al tegame.

Quando avrete ottenuto una miscela caramellata togliete dal fuoco e lasciate riposare per un po’ di tempo.

Cospargete un po’ di miscela così ottenuta sulla superficie di 5 ostie, coprite con altre cinque ostie. Appoggiate un peso sopra e lasciate raffreddare per alcuni minuti.

Ricordatevi di riporre le ostie in recipienti che si chiudano ermeticamente. Buon appetito!