Presepe in una barca nella Chiesa matrice di Mola di Bari: i valori cui si è ispirato

Presepe in una barca nella Chiesa matrice di Mola di Bari: i valori cui si è ispirato

25 Dicembre 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Far nascere il Bambinello in un barca sospesa in mezzo al mare, oltre ad essere un’idea sicuramente originale e fuori dagli schemi tradizionali, è una provocazione fatta “ad hoc” per riflettere su alcuni temi importanti come l’accoglienza, la pace, la condivisione. Non è un caso, infatti, che un presepe del genere sia stato realizzato da alcuni parrocchiani della Chiesa matrice di Mola di Bari che, in vista del prossimo incontro fissato a Bari dal 19 al 23 Febbraio 2020 sul tema “Mediterraneo, frontiera di pace” cui parteciperà anche il Pontefice, stanno riflettendo sulle frontiere di pace possibili nel nostro Paese.

A quali valori e temi si è ispirato il presepe realizzato in una barca sospesa nel mare? Oltre a valori “alti” come la pace tra i popoli e l’accoglienza, c’è chi ha pensato di calare la Natività nel proprio vissuto quotidiano. Alessandro, pescatore e cittadino di Mola di Bari, ha voluto imprimere al Presepe un significato reale, direttamente legato al mare che è fonte di sostentamento per tanti come lui. Ma poi ha aggiunto: “Quando vado in parrocchia e vedo una barca con quella famiglia che sembra volare sul mare, è inevitabile pensare a me, a chi fa il mio mestiere, alle nostre famiglie, ma anche a quelle che finiscono di essere tali, a causa del mare, che è diventato anche un cimitero di morte“.

Come ci tiene a sottolineare don Mimì Moro, parroco della chiesa matrice in cui si può ammirare il presepe in barca, “Su quella barca che sorvola il mare, il deserto, le case e le chiese dell’Italia c’è l’ulivo, che è il simbolo della Pasqua, della pace. L’albero dal cui frutto raccogliamo l’olio con cui si benedicono le donne e gli uomini“. Ci sono altri presepi simili in altri luoghi e zone d’Italia, a dimostrazione di come i valori cui si ispirano siano universali e assai sentiti.

Il Bambino Gesù può davvero nascere ovunque, dove ci siano uomini e donne consapevoli disposti ad accoglierlo con umiltà e bontà d’animo. Un Presepe come questo può quindi raggiungere qualsiasi terra, dove viaggiatori viaggianti siano pronti a mettere da parte sentimenti di odio e arrivismo per aprirsi agli altri con generosità.

 

Annunci