Rucola o rughetta: caratteristiche, proprietà e ricetta tipica pugliese

Rucola o rughetta: caratteristiche, proprietà e ricetta tipica pugliese

15 Aprile 2020 0 Di Cristiana Lenoci

La rucola (Eruca Sativa) è una pianta che appartiene alla famiglia delle Crucifere. La si può trovare facilmente nei terreni pianeggianti fino a circa 800 metri di latitudine: è molto diffusa nell’area del Mediterraneo. Molti la chiamano con il nome di “rughetta”. Le foglie, di colore verde intenso, sono acidule, aromatiche, leggermente piccanti. Il nome stesso della pianta, “eruca” deriva dal latino “bruciare”, proprio perché appunto la rucola ha un sapore piuttosto piccante e pungente.

La rucola spontanea, quella che troviamo nei campi in questo periodo, si presenta con foglie piuttosto lunghe e dentellate e fiori gialli. Quella coltivata, invece, spesso ha un sapore meno deciso e le foglie sono più arrotondate.

Proprietà della Rucola

Questa pianta (sia spontanea che coltivata) è ricca di proprietà salutari per l’organismo: vitamine, acqua e sali minerali sono le sostanze di cui si compone. Le calorie presenti sono davvero esigue, quindi è un ottimo ingrediente per chi sta seguendo una dieta ipocalorica. La rucola è fonte di vitamina C, A, K, B, e acido folico. Grazie al notevole apporto di vitamina C e minerali, questa pianta è considerata un efficace ricostituente, in quanto stimola anche l’appetito. Inoltre è indicata per i trattamenti di depurazione del fegato perché ha proprietà disintossicanti e purificanti. Consumata in decotto, la rucola ha un potente effetto digestivo.

Studi scientifici hanno dimostrato che l’alta concentrazione di nitrati (250 mg circa ogni 100 gr) è in grado di stabilizzare la pressione sanguigna.

L’efficacia della rucola è stata dimostrata anche rispetto alla prevenzione di alcune patologie come il tumore (colo, prostata, seno) e delle malattie che riguardano l’apparato cardiocircolatorio.

In cucina la Rucola è versatile

La rucola può essere utilizzata per la preparazione di numerose ricette. Molti preferiscono mettere qualche foglia di questa pianta insieme all’insalata o come misticanza per attribuire un gusto più deciso.

Ricetta Cavatelli e Rucola alla Pugliese

Quella che vi proponiamo è una ricetta tipica pugliese che porta in tavola i colori della bandiera italiana: il bianco della pasta, il verde del basilico e il rosso del sugo di pomodoro. La ricetta, semplice e genuina come la terra del Sud, è proposta dallo chef Carra.

Per preparare 4 porzioni procuratevi questi ingredienti: Cavatelli il valore della tradizione, 400 g pomodori a cubetti 400 g; passata di pomodoro 100 g; rucola, 200 g; pecorino romano, 150 g; ricotta dura, 100 g; cipolla, ½; sale e prezzemolo, q.b; olio EVO q.b.

Procedimento

In una pentola capiente, portate l’acqua ad ebollizione, salate e versate i cavatelli. Nel frattempo, fate rosolare la cipolla tagliata a cubetti con un filo d’olio, aggiungete i pomodori a cubetti, un mestolo d’acqua di cottura e fate cuocere per cinque minuti.

Trascorsi i cinque minuti di cottura, aggiungete la passata di pomodoro, 100 g di rucola e lasciate cuocere per altri cinque minuti.

Versate i 100 g di rucola restanti nella pentola dei cavatelli e terminate la cottura della pasta.

Scolate i cavatelli e versateli in padella, aggiungete il pecorino romano e lasciate mantecare per un paio di minuti. Impiattate e guarnite con una spolverata di ricotta dura salata ed una foglia di basilico.

Buon appetito!

 

Annunci