Sandro Borrelli:” Le mie maglie incarnano l’essenza dell’uomo”.

A Cerignola arriva un nuovo brand d’abbigliamento, ma questo volta tutto al maschile; stiamo parlando di Sandro Borrelli e la sua “Condom Fit“: Una linea di t-shirt che mette in risalto l’essenza e il carattere di ogni uomo. Dall’eleganza all’ironia, dal prestigio al mondo dei videogames, l’imprenditore Borrelli è pronto a sfidare il crudele mondo fashion con le proprie idee.

INTERVISTA

1) Chi è Sandro Borrelli?
“Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso.” (Cit. Luigi Pirandello).

Sandro Borrelli è una persona reale ma allo stesso tempo è una moltitudine di persone con mille sfaccettature, accomunate dai principi di libertà ed ambizione, ironia ed allegria. E’ un sognatore malizioso che non ama la routine e le etichette, adora stare in mezzo alla gente, ama viaggiare e conoscere gente nuova ed altre culture. Sa essere elegante con una t-shirt sportiva e casual con una t-shirt elegante. Questo è l’uomo che veste Sandro Borrelli.


2) Dal mondo della promozione al mondo del fashion. Come mai? Quali gli obbiettivi?

Il mondo è in continua evoluzione, tutto ciò che ci circonda nella vita quotidiana un tempo non esisteva, e gran parte di ciò che vivremo nei prossimi vent’anni oggi non esiste. Alla base di tutti i progetti che ho perseguito negli anni c’è ambizione e voglia di creare qualcosa di nuovo, gli obbiettivi si raggiungono semplicemente per fissarne dei nuovi, una crociata contro la monotonia.

3) CONDOM FIT è diviso in linee interne. Come mai vi sono sei sottocategorie al suo interno?


Le categorie rappresentano lo stato d’animo delle persone, nella moda il bello è osare. Ovviamente seguendo i canoni della vestibilità e del gusto. Queste categorie sono solo l’inizio di un percorso che ha come limite solo quello della nostra immaginazione.

4) In una delle sottocategorie di Condom Fit, vi sono Dirty e Fairytales? Come sono nate e perché un uomo dovrebbe acquistare delle t-shirt con contenuti fiabeschi? Cosa ti ha spinto a fare questa scelta azzardata?


Come dicevo prima si tratta di stati d’animo, in ognuno di noi è più o meno celato un Peter Pan, spesso ci sentiamo costretti a vestire dei panni che non ci si addicono. Bisogna semplicemente osare e prendere le distanze dalle convenzioni. Se guardiamo i manager di tutte le NEW CO come Facebook, Tesla, Apple, ecc., vestono sempre più in maniera casual, ma spesso in maniera abbastanza anonima, sogno di vedere i nostri manager andare in ufficio in giacca e t-shirt, magari indossando una maglietta irriverente.


5) Interessante è la scelta del packaging. Come mai la scelta di inserire la t-shirt in una latta di pomodori?


La scelta del packaging è una scelta di marketing per dare un tocco di vitalità alle vetrine dei negozi, dare valore al prodotto preservandolo come fosse cibo, lasciare un involucro riciclabile che rappresenta di per sé una bella confezione regalo. La nostra produzione è 100% made in Puglia, e quale regione rappresenta meglio i prodotti della natura del nostro bel paese? Puntando anche ai mercati esteri, immagino di condividere un po’ dei valori della nostra terra e spero presto di imbattermi in un pallet di t-shirt in uno dei grandi store multibrand tedeschi o tra i corridoi di Harrods a Londra. CAN in inglese significa “latta” o “barattolo” ma allo stesso tempo come verbo ha il significato di POTERE, noi lo abbiamo inteso come express yourself, con la tua t-shirt PUOI dire quello che ti senti nel momento in cui la indossi.


6) La patch colorata che rende unica la Sandro Borrelli t-shirt è riciclata. Qual è il messaggio celato dietro questa scelta marketing?

Mi piace pensare che il ciclo di vita degli oggetti non finisca mai, nel nostro caso utilizziamo vestiti usati o tessuti che con tutto il bagaglio della loro storia rendono ogni maglietta un pezzo unico, per cui uniamo i due concetti dell’ecosostenibilità a quello dell’esclusività di prodotto.


7) Sandro Borrelli investirà solo su delle t-shirt o ha degli obbiettivi più ampi nella sezione uomo?

Siamo partiti dalla produzione di t-shirt da uomo ma abbiamo diversi progetti in cantiere, dagli accessori in pelle ai profumi. Siamo neofiti del settore fashion per cui muoveremo i nostri passi gradatamente.


8) Come acquistare la maglia e quali i punti vendita di Sandro Borrelli?


Le prime produzioni sono dirette in Lombardia, Piemonte ed ovviamente in Puglia attraverso una rete agenti classica del settore, abbiamo comunque già dei nostri partner che distribuiranno il prodotto in varie città tra cui l’amico che più mi ha spinto a perseguire questo progetto, Pasquale Campagna del fashion store NOXIUS di Cerignola. Inoltre avremo una vetrina web dove sarà possibile acquistare i nostri articoli. Puntiamo anche sul digitale per comunicare il nostro brand, attraverso influencers e campagne digitali.


9) C’è qualcuno che merita ringraziamenti nei tuoi traguardi o è solo grazie alle proprie forze che Sandro Borrelli è diventato un marchio fashion?


Il progetto era nel cassetto da tempo, aspettavo di incontrare la persona giusta che mettesse in pratica le mie idee, e come accade spesso nella vita, per caso ho conosciuto un illustratore fantasioso. Vincenzo Barnabà. entusiasta del progetto si è messo subito all’opera sfornando quotidianamente nuovi progetti grafici ed i risultati li vedete tutti nelle nostre piccole opere d’arte.

Annunci
Leave a comment

Leave a Reply