Scuola e Natura: a Cerignola si raccolgono olive con visita ai frantoi

Scuola e Natura: a Cerignola si raccolgono olive con visita ai frantoi

13 Novembre 2021 0 Di Cristiana Lenoci

Una scuola che sia più vicina alla natura, che riporti i bimbi in campagna, a sporcarsi le mani di terra e a raccogliere i frutti dagli alberi”.

E’ questo uno degli obiettivi cardine del progetto denominato I Pazzerelli che l’associazione Kama di Cerignola (Fg) persegue attraverso l’organizzazione di visite guidate di bambini sull’omonimo uliveto ubicato a circa 4 km dal centro abitato.

Cerignola, terra di olive da olio e da tavola “Bella di Cerignola”, è la location ideale per mostrare ai bimbi come avviene la trasformazione delle olive nell’olio che gustiamo a tavola.

Sono già quattro le classi di scuola elementare che ultimamente sono arrivate a Cerignola accompagnate dai rispettivi docenti per raccogliere le olive e poi assistere alla molitura effettuata dagli appositi macchinari nell’oleificio.

La prima visita, una settimana fa, dopo la raccolta delle olive presso i Pazzerelli, si è spostata presso la Bella di Cerignola, storico oleificio di proprietà della famiglia Pavoncelli e gestito dall’omonima cooperativa.

Qui, i bambini hanno potuto ammirare con i loro occhi gli antichi strumenti utilizzati per la molitura e lavorazione delle olive da olio, e hanno gustato l’ottimo olio ottenuto dalle olive “Bella di Cerignola” sgocciolato sul pane.

La struttura di Pavoncelli dispone infatti al suo interno di un bellissimo Museo, in cui è racchiusa una storia centenaria fatta di agricoltura, lavoro e passione per la terra.

Altre due classi, invece, provenienti dal medesimo edificio scolastico di Margherita di Savoia (Bat), dopo i momenti di raccolta e merenda ai Pazzerelli, sono state accolte da Carmen Luongo presso l’omonimo stabilimento ubicato sulla strada Santo Stefano.

I bimbi con curiosità ed interesse hanno seguito tutti i passaggi della lavorazione dell’olio, soffermandosi a guardare i singoli macchinari, ognuno con una funzione specifica.

Siamo contenti perché abbiamo capito che queste visite fanno stare bene i bambini ed anche gli insegnanti. Stare all’aria aperta rilassa e predispone meglio all’osservazione e all’apprendimento”, ha detto Brigida Russo, Presidente dell’Associazione Kama di Cerignola.

I bambini sono pieni di vita e molto attivi. Durante la raccolta fanno tante domande, e non smettono di correre qua e là mostrando entusiasmo e contentezza. Si capisce che amano stare all’aria aperta, e lo farebbero più spesso se gliene fosse data la possibilità”, ha dichiarato Giuseppe Mennuni, uno dei responsabili del progetto I Pazzerelli.

Noi siamo contenti di ospitare le classi mostrando ai bambini come dalle olive raccolte si ricava l’olio. Ogni volta è sempre nuova, i bambini sono una fonte di entusiasmo e ci portano tanta gioia quando arrivano sui luoghi dove si lavora”, ha dichiarato Carmen Luongo, dell’omonimo oleificio cerignolano.

La scuola dell’esperienza mette in primo piano il fare e la condivisione del sapere. La Puglia è terra di agricoltori, di uomini che amano la terra, ed è bello poter trasmettere ai più piccoli l’amore per questi gesti antichi ma sempre nuovi.

Pagina Facebook I Pazzerelli

Profilo Instagram I Pazzerelli 

Profilo Instagram La Bella di Cerignola

Profilo Instagram Oleificio Luongo Cerignola