Ufo in Puglia: gli avvistamenti di ieri e di oggi

Ufo in Puglia: gli avvistamenti di ieri e di oggi

14 Gennaio 2021 0 Di Cristiana Lenoci

L’esistenza degli Ufo ha sempre appassionato gli uomini, curiosi di sapere se nell’Universo vi siano o meno altri esseri viventi. A molti è capitato di guardare il cielo e notare luci o forme strane che lasciano pensare all’eventualità che si tratti di Ufo.

Anche in Puglia, come nel resto d’Italia e del mondo, ci sono stati diversi avvistamenti nel corso del tempo. Il Centro Studi Ufologici ha raccolto più di 8600 segnalazioni e casi, alcuni dei quali si riferiscono proprio al territorio pugliese.

E’ soprattutto a partire dagli anni Settanta in poi che si avvicendano segnalazioni di avvistamenti strani nei cieli di Puglia.

Una delle segnalazioni più importanti risale all’ 8 dicembre 1970. I vigili in servizio durante la notte presso il cimitero di Barletta (Bat) dichiararono di aver visto un oggetto assai luminoso che si alzava ed abbassava nel cielo. Contestualmente, alcuni ragazzi avvisarono i Carabinieri di Barletta di aver seguito nelle campagne un oggetto strano, dalla forma conica con contorni di colore rosso.

Ad un certo punto, l’oggetto si mise a roteare nel cielo provocando la reazione spaventata di un automobilista che si trovava a passare in quel momento, il quale finì all’interno di una cunetta.

Il 15 Agosto del 2017, invece, un riflesso anomalo richiamò l’attenzione di alcuni passanti nei pressi di Castel del Monte. Pare che la zona del Nord barese sia la più interessata da questo tipo di fenomeni.

Anche il 2018 è stato per la Puglia un anno ricco di avvistamenti: a Surbo (Le), Manduria, Monopoli, Galatina (risultati però non riconducibili ad Ufo). Nella maggior parte dei casi, infatti, può trattarsi di qualche grosso volatile, di un pianeta, di velivoli, oppure di lampade cinesi lanciate in cielo in occasione di feste e ricorrenze varie.

Più di recente, nella serata del 17 Aprile 2020, intorno alle 21, nei dintorni di Ruvo, Andria e Trani diversi gruppi di persone avvistarono una luce intensa che passava in cielo e che si divideva in punti luminosi che poi scomparivano in lontananza.

Ovviamente, è forte la curiosità per questo argomento, ma gli avvistamenti “seri” continuano ad essere sporadici. Ciò non toglie, però, che la Puglia possa essere anche in futuro “visitata” da oggetti strani, e che bisogna essere pronti a segnalare gli avvistamenti alle autorità locali (Polizia, Carabinieri, Vigili Urbani).

Eseguiti i dovuti sopralluoghi e accertamenti, le segnalazioni vengono poi inviate al Centro Studi Ufologici se considerate attendibili. Altrimenti, finiscono nel novero di quelle che, pur essendo curiose, trovano altri tipi di spiegazioni più azionali.

E voi, avete mai scorto un fenomeno strano nei cieli pugliesi? Se sì, raccontatecelo scrivendo all’indirizzo di posta elettronica della nostra redazione: lamiapugliaweb@libero.it