“Miglior panettone del mondo 2019” – Medaglia d’argento per il salentino Giuseppe Zippo

“Miglior panettone del mondo 2019” – Medaglia d’argento per il salentino Giuseppe Zippo

20 Novembre 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

Il Secondo panettone più buono del mondo è pugliese, precisamente è salentino ed ha la firma di Giuseppe Zippo. Il titolare della pasticceria “Le Mille Voglie” di Specchia, infatti è stato premiato con una medaglia d’argento al concorso “Miglior panettone del mondo 2019” – L’evento, organizzato dalla Federazione internazionale pasticceria gelateria cioccolateria (Fipgc), che si è concluso lo scorso 17 Novembre a Roma, nelle sale di Palazzo Falletti. I partecipanti al concorso erano ben 165 (alcuni provenienti dalla Cina, dal Giappone, dall’Arabia Saudita e anche dalle più vicine Francia e Spagna) ma ella categoria panettone classico, a vincere l’argento è stato proprio lui con il suo panettone artigianale.

È stata dura ma sono felice – dichiara – perché ho vinto grazie a un panettone “condiviso”, così l’ho ribattezzato, perché l’ho realizzato durante la fiera Agrogepaciok tra mille impegni e difficoltà causate anche dal maltempo e grazie alla collaborazione e al supporto di tecnici di aziende diverse e colleghi che si sono riuniti per seguire la lievitazione, agli stand con i forni operativi che mi hanno permesso di cuocere l’impasto, all’incoraggiamento di tanti amici. Davvero è un premio che devo condividere con tante persone, una gioia immensa”.

La giuria del concorso,  formata dai campioni del mondo di pasticceria/ gelateria e cioccolateria, tra cui Roberto Lestani, Matteo Cutolo, Enrico Casarano e dai maestri pasticceri pluripremiati a livello internazionale Mario Morri e Gianni Pina, ha premiato la qualità degli ingredienti; difatti, nel sua ricetta, il salentino Giuseppe Zippo è riuscito ad utilizzare prodotti di prima qualità in maniera eccellente: farina, burro, tuorli d’uovo, lievito madre, zucchero, arancia candita, cedro candito, uvetta sultanina, bacche di vaniglia, miele, mandorle per la glassa e… i giochi sono fatti!

Seppur il primo premio, nella categoria panettone classico, è andato a Bruno Andreoletti (Brescia) e a Gianluca Cecere (Pasticceria Baiano, Marano di Napoli), Per il pasticcere di Specchia, si tratta di un nuovo prestigioso riconoscimento: già nel 2016 aveva vinto il primo premio per il “Miglior panettone artigianale d’Italia” nell’ambito del “Panettone Day”, organizzato durante la manifestazione “Sweety of Milano” e, sempre nello stesso anno, aveva conquistato anche il primo posto nella categoria “Panettone Tradizionale Piemontese”, nell’ambito della quinta edizione del Concorso “Una Mole di Panettoni” di Torino.

Carmine Notaro, organizzatore del salone Agrogepaciok, di cui Zippo ha coordinato quest’anno il forum di pasticceria, dichiara: “Giuseppe Zippo si conferma un’eccellenza del nostro territorio e questo nuovo premio che gli è stato assegnato è motivo di orgoglio per il nostro Salone nazionale e per l’intero Salento. Congratulazioni, maestro”.

 

Ma chi è lo chef Giuseppe Zippo? Scopriamolo insieme:

Con le mani in pasta già dall’età di 8 anni, Giuseppe Zippo viene mandato “a bottega” per imparare un’arte. Emozionato e felice di buttare le mani nella farina, non vedeva l’ora di tornare da scuola per potersi recare “al lavoro“. Preferendo quindi al telecomandino della Play Station la sac a poche, capisce subito cosa volesse fare da grande. Finita la scuola dell’obbligo, intraprende gli studi nella scuola alberghiera dove si diploma con ottimi risultati. Non perde tempo e parte subito in Egitto per un corso di formazione presso Domina Coral Bay a Sharm El Sheik. Torna nella sua terra come aiuto pasticcere in una nota pasticceria della sua zona. Si trasferisce a Firenze presso Pasticceria Nannini con il ruolo di pasticcere. Carico di esperienza ma con la sua terra sempre nel cuore, torna a Specchia, dove coronando il suo sogno, decide di acquistare la pasticceria che aveva visto muovere i suoi primi passi.

 

All’età di 19 anni, insieme a Federica, allora fidanzata e ora moglie e collaboratrice, alla presenza di parenti e amici e alcuni curiosi, il 12 Aprile 2003 da inizio a quella che sarà la sua attività. Dal primo giorno i clienti sono entusiasti e soddisfatti di ciò che il giovane pasticcere mostra in vetrina e il sempre maggior numero di clienti lo porta ad incrementare lo staff. Nel 2014 il locale che lo ha visto crescere non gli bastava più e decide di fare il grande passo trasferendo la sua attività in un nuovo locale, a due passi dal centro storico del Borgo di Specchia con un’ampia e moderna sala e un giardino all’esterno dove poter ospitare un numero maggiore di clienti. La continua crescita delle richieste hanno portato lo chef ad un ulteriore aumento del personale, sia in sala che nel suo laboratorio artigianale e dell’attrezzatura sempre.

 

La prerogativa di Giuseppe è sempre stata l’eccellenza. La scelta delle materie prime di altissima qualità e il confronto con i più importanti maestri di fama sia nazionale che internazionale lo hanno portato il 17 Settembre 2016, a Milano a ricevere dalla giuria presieduta dal Maestro Iginio Massari, il prestigioso titolo di I° Classificato Miglior Panettone Artigianale d’Italia. A conferma della sua bontà, il panettone si aggiudica, il 20 Novembre 2016 (nell’ambito del concorso Una Mole Di Panettoni), il titolo di I° Classificato Panettone Artigianale Scuola Piemontese. Con un dolce ispirato al suo Salento, nato dal felice incontro di ingredienti quali fichi, mandorle e olive dolci, Perla Nera, conquista a Rimini, il 21 Gennaio 2017, il titolo di I° Classificato Miglior Dolce Debic Italian Style.

Annunci