Ilaria Petruccelli: la modella pugliese che sogna di arrivare alle finali di Jesolo

Ilaria Petruccelli: la modella pugliese che sogna di arrivare alle finali di Jesolo

20 Agosto 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Ci vuole carattere ad inseguire un sogno mantenendo i piedi ben saldi a terra. Oggi più che mai, visto che tutto è all’apparenza più facile che in passato, e invece ci si rende conto che alcune strade, come quella della moda e delle passerelle, richiedono sacrificio e tanta determinazione.

E’ quindi un piacere incontrare e conoscere delle giovanissime che, pur frequentando il mondo patinato  dello spettacolo, non smettono di credere in certi valori, e anzi su questi basano la propria personale esperienza.

Ilaria Petruccelli è una modella diciottenne pugliese di Cerignola (Fg). L’abbiamo intervistata perché sta partecipando alle selezioni per il concorso di bellezza “Miss Italia”, e naturalmente noi tutti tifiamo per lei. In primis, perché è bella e questo è un dato evidente. E poi perché è davvero una pugliese DOC: appassionata, innamorata della sua terra, entusiasta e piena di vita. Insomma, una ragazza che non si è montata la testa dopo aver ottenuto la fascia di Miss Cinema Puglia e altri (meritati) riconoscimenti, ma che guarda al futuro con la curiosità tipica dei giovani e la voglia di mettersi alla prova, che è invece una sua spiccata dote caratteriale.

R. Ciao Ilaria, oltre a quello riguardante la moda e Miss Italia, quali altri progetti di studio o professionali stai portando avanti nella tua vita?

IP: Penso che a 18 anni sia normale avere tanti sogni e aspirazioni. Io fin da piccola coltivo il sogno di diventare un medico, e per questo proverò il test di Medicina a Milano a Settembre. Ma al tempo stesso amo molto il mondo della moda e sfilare in passerella, mi piace interpretare con la mia personalità ogni abito che indosso. In realtà non ho ancora deciso con precisione “cosa farò da grande”, ma comunque spero di avere la forza e la determinazione che servono per realizzare i miei obiettivi.

R: Che cos’è la competizione secondo te? Sei riuscita a costruire rapporti umani basati sulla condivisione con le tue colleghe? Ritieni che la competizione possa avere anche una valenza positiva?

IP: Molte ragazze considerano i concorsi come una sfida verso le altre che vi partecipano, ne ho conosciute tante così in prima persona: forse proprio per questo, prima di oggi, ho sempre evitato i concorsi di bellezza. Penso invece che la competizione possa essere utile quando serve a superare se stessi e i propri limiti. E’ questo ciò che personalmente cercherò di fare partecipando a Miss Italia.

R: Quanto ritieni che il concorso di Miss Italia rappresenti effettivamente i canoni di bellezza nazionali? Cosa cambieresti o miglioreresti di questo concorso di bellezza?

IP: Mettendomi nei panni della giuria designata a scegliere la più bella, mi rendo conto che la bellezza è un qualcosa di realmente difficile da valutare obiettivamente, in quanto ognuno ha un proprio ideale di bellezza soggettivo. Ciò che dovrebbe essere più in evidenza in tali concorsi è l’intelligenza, intesa come savoir faire. L’una non esclude l’altra, e anzi rende una donna più “completa”.

R: Quali sono le tue aspettative circa la partecipazione a “Miss Italia 2019” e altri concorsi cui eventualmente hai partecipato o parteciperai in futuro?

IP: Per il momento non ho grosse aspettative, vivo ogni attimo e cerco di viverlo pienamente. Magari questo concorso riuscirà a stravolgere la mia vita (come è successo alla meravigliosa Cristina Chiabotto), oppure semplicemente mi regalerà una maggiore sicurezza in me stessa e nelle mie capacità. Ad ogni modo, per me, sarà una vittoria!

R: Secondo te quanto aiuta, nel raggiungere il successo, avere una bella presenza?

IP: E’ inutile dire che la bellezza non conta, soprattutto in tali contesti. Ovviamente io sono consapevole che la bellezza è formata da tanti fattori che devono intersecarsi armoniosamente fra loro. La bellezza è una “carta” da giocarsi bene, ma per avere successo serve molto altro ancora: ad esempio il carattere, l’audacia, l’entusiasmo nel fare le cose! (Senza perdere mai di vista i propri valori).

R: Sei molto legata alla Puglia, la regione in cui vivi e a Cerignola, il paese in cui sei nata?

IP: Amo la Puglia! Il calore della gente, città e località bellissime diverse una dall’altra, e perché no… le prelibatezze che offre! Nonostante stia per lasciare la Puglia per andare a studiare, con me porterò sempre la mia bella Cerignola che- ci tengo a sottolinearlo- non è solo ciò che la cronaca mette in rilievo ogni giorno. E’ ricca di gente gentile e disponibile, e soprattutto Sorridente!

R: Cosa fai per essere sempre bella e mantenerti in forma? Un consiglio di bellezza al volo!

IP: Io sono una pugliese doc, amo assaggiare di tutto a tavola! Ovviamente per mantenersi in forma è sempre necessario rinunciare a qualcosa. Io pratico regolarmente attività fisica durante l’anno, in estate rallento un po’ ma alle corsette mattutine non rinuncio mai! Correre mi aiuta a mantenere la linea, ma anche a scaricare le tensioni e riordinare i pensieri!

R: A che punto sono le selezioni del concorso?

IP: Io sono arrivata in pre-finale. Tra poco mi attende Venezia, qui sfilerò per il red carpet del Festival del cinema. Lì arriveremo in 180, poi in quei tre- quattro giorni saranno selezionate solo 80 ragazze. Poi, nel caso in cui venissi eletta come Miss Puglia, il 25 Agosto arriverei direttamente in finalissima.

R: Hai indossato la fascia di Miss Puglia Cinema. Il mondo del cinema ti interessa? Quali sono le attrici che ti piacciono particolarmente?

IP: Non escludo nessuna possibilità, adoro fare nuove esperienze e chissà, magari, il cinema potrebbe piacermi a tal punto da cominciare una carriera. Le mie attrici preferite sono Jennifer Aniston e Angelina Jolie.

R: Cosa ne pensi della discriminazione di genere? Secondo te le donne, oggi, vengono ancora discriminate nel mondo del lavoro? Cosa ne pensi della violenza sulle donne? Hai un compagno che ti appoggia nella scelta di entrare nel mondo dello spettacolo?

IP: Purtroppo sì, anche oggi in molti settori la donna non raggiunge ancora lo stesso livello economico e il trattamento riservato agli uomini, e continua a subire in molti contesti una violenza psicologica destabilizzante e umiliante. Io sono stata fortunata nell’incontrare un uomo che mi ha appoggiato in qualsiasi scelta, da più di quattro anni ormai. In questo percorso fatto insieme ho notato un entusiasmo incredibile, che cresce tappa dopo tappa.

Ilaria ci piace proprio. E siamo sicuri piacerà anche ai giurati del concorso più famoso d’Italia.

Ilaria e il suo fidanzato
Ilaria e i suoi genitori. “A loro devo tutto”, ha detto.
Ilaria Petruccelli in posa per un servizio fotografico