La coltivazione della Canapa in Puglia: se ne parla a San Marco in Lamis (Fg) il 28 Novembre

La coltivazione della Canapa in Puglia: se ne parla a San Marco in Lamis (Fg) il 28 Novembre

19 Novembre 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Toscana, Emilia- Romagna, Campania e Puglia sono le regioni italiane che maggiormente hanno investito nella coltivazione della canapa, una pianta antica che nel 2018 ha conosciuto un vero e proprio boom. C’è già chi parla di “new canapa economy”, ma gli effetti di tale riscoperta agricola saranno chiari solo tra qualche anno.

Nel 1940 l’Italia era il secondo produttore di canapa al mondo, dopo la Russia. La pianta era utilizzata soprattutto per realizzare vele e corde nel settore nautico e per realizzare tessuti e capi di abbigliamento.

Gli imprenditori agricoli pugliesi, tra i più propensi all’innovazione, hanno ben accolto l’opportunità di produrre la canapa nei loro territori, stimolati anche dagli incentivi stanziati per il triennio 2017-2019 pari ad un milione e mezzo di euro.

La coltivazione di canapa è stata favorita soprattutto nelle aree a rischio ambientale, come Brindisi (centrale termoelettrica di Cerano) e Taranto (Ilva). L’obiettivo- come sottolinea la Coldiretti-è di trasformare queste aree depresse in nuove fonti di produttività agricola, andando a costituire il “distretto della Canapa del Sud”.

Riscoprire la Canapa: perché conviene

La canapa appartiene alla famiglia delle Cannabaceae: è una pianta erbacea con tante foglioline seghettate alle punte. Nel nostro Paese è ammessa la coltivazione della Cannabis Sativa Sativa o “Canapa Utile”. Questa pianta ha un ciclo vitale assai rapido: basti pensare che dalla semina al raccolto passano soltanto circa 150 giorni. Tra le caratteristiche della canapa vi è la sua forte adattabilità a terreni di qualsiasi tipo, e la resistenza ai parassiti e alla siccità. Coltivare la canapa significa arricchire il terreno di sostanze nutritive di cui beneficeranno le successive colture. Le radici sono così forti e possenti da proteggere il terreno da eventuali smottamenti pericolosi.

Utilizzi della Canapa

Ad avvantaggiarsi dell’uso della canapa sono diversi settori: può essere infatti utilizzata per la produzione della carta, nell’industria tessile, per la realizzazione di bioplastica, nell’alimentazione ed anche nella cosmesi. Tra le proprietà di questa pianta vi è la presenza di acidi grassi come Omega 3-6, vitamine del gruppo B ed E, antiossidanti naturali e proteine. I semi di canapa sono ricchi di grassi e proteine, da essi si ottengono farine e olio. La farina che viene fuori da pressatura e macinazione dei semi si presta per la realizzazione di pane e pasta.

L’olio che si ricava dai semi di canapa è assai ricco di acidi grassi essenziali e svolge efficace azione antinfiammatoria e antiossidante.

Un incontro sulla Canapa a San Marco in Lamis (Fg)

Agrotecniche innovative per la coltivazione della canapa” è il tema dell’iniziativa formativa ad ingresso libero che si terrà Giovedì 28 Novembre 2019 con inizio registrazione alle ore 16-16.30 presso la Masseria Coppa di Mezzo di San Marco in Lamis (Fg). Per info e contatti: www.canaparurale.it

 

 

Annunci