La Gazzetta del Mezzogiono: Da domani nuovamente in edicola

La Gazzetta del Mezzogiono: Da domani nuovamente in edicola

6 Marzo 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

È Ufficiale: La Gazzetta torna in edicola da domani, giovedì 7 Marzo. Dopo lo sciopero del 2 Marzi, i giornalisti, guidati dall’atto di responsabilità verso una comunità che in questi giorni ha manifestato solidarietà e vicinanza nei loro riguardi, ritornano a pubblicare articoli cartacei dopo aver ricevuto questa mattina una comunicazione formale da parte dei commissari con cui si fornivano risposte alle reiterate istanze formulate dal comitato di redazione: rinnovo del management, consegna dei cedolini paga, nonché pagamento di parte delle spettanze arretrate.  Tuttavia, nonostante gli animi rallegrati, i dipendenti de “La Gazzetta del Mezzogiorno” restano sulla difensiva ed attendono la riunione di venerdì per parlare con il governatore Michele Emiliano della task force per l’occupazione. Qui, nella sede della Regione Puglia, i commissari giudiziari, nominati dal Tribunale di Catania, avranno modo di chiarire ulteriormente alcune questioni ancora in sospeso, in particolar modo il futuro della testata per la quale risultano essere state avanzate alcune proposte da gruppi imprenditoriali. Importante sarà anche l’appuntamento tra i redattori del quotidiano, previsto per sabato 9 Marzo 2019.

Per ora però, il sapere che l’informazione online sul sito ritorna quindi in queste ore e da domani il giornale sarà di nuovo in edicola, rallegra i lettori di svariate località. Su tali scelte, seguirà un comunicato sindacale più dettagliato, che sarà pubblicato sulle pagine della Gazzetta di domani, 7 marzo 2019.

Se è vero che l’informazione è un diritto di tutti, ci auguriamo che la Gazzetta del Mezzogiorno ritorni a splendere di luce propria come ha sempre fatto e che i giornalisti non debbano più urlare di essere stanchi di essere umiliati.

Questo il comunicato ufficiale della Gazzetta del Mezzogiorno inerente allo sciopero indetto in data 3 Marzo: “La Gazzetta del Mezzogiorno a partire da domenica 3 marzo non sarà in edicola: una scelta, quella votata dall’assemblea dei giornalisti che hanno proclamato lo sciopero a oltranza, causata dalla persistente assenza di risposte da parte degli amministratori giudiziari sul pagamento degli stipendi e dei versamenti previdenziali arretrati, nonché sulle incertezze del futuro della testata. Una situazione che si trascina ormai da mesi, sin da quando il 24 settembre scorso, il tribunale di Catania ha sottoposto a sequestro le quote societarie dell’editore Mario Ciancio Sanfilippo, azionista di maggioranza (70%) della Edisud Spa società editrice del quotidiano che vanta oltre 131 anni di storia.

Annunci