Monte Sant’Angelo: a Maggio è festa con il grande evento “Michael”

Monte Sant’Angelo: a Maggio è festa con il grande evento “Michael”

27 Aprile 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Come ogni anno, l’8 Maggio a Monte Sant’Angelo (Fg) si festeggia il protettore San Michele Arcangelo che, secondo ciò che racconta la tradizione, aiutò i Longobardi a sconfiggere i Bizantini in una battaglia che si combattè nei pressi di Siponto. Per omaggiare l’Arcangelo che era intervenuto in loro favore, i Longobardi gli dedicarono la Grotta sul Monte Gargano che ancora porta il suo nome e lo nominarono loro Protettore.

Quest’anno però, la festa in onore del Santo Patrono di Monte Sant’Angelo acquista una valenza maggiore, uno spessore culturale più ampio, poiché diventa un evento di respiro internazionale.

Michael”: è  questo è il nome scelto per l’evento che mira a diventare un appuntamento fisso nel “cartellone” degli incontri culturali e turistici del centro garganico. L’evento è stato promosso sia al fine di celebrare l’apparizione di San Michele sul Gargano che di promuovere i due Siti UNESCO di Monte San’Angelo (le tracce longobarde nel Santuario di San Michele Arcangelo e le faggete vetuste della Foresta Umbra).

Il programma è ricco di iniziative di vario tipo, tra cui il tanto atteso gemellaggio internazionale con l’Abbazia francese di Mont Saint Michel. Nell’ambito dell’evento che, secondo le intenzioni dell’Amministrazione comunale, deve servire come strumento operativo per i tour operator e stakeholder, c’è da segnalare anche l’interessante “patto d’amicizia” con Santiago-Santa Maria di Leuca-Bari.

Il Festival “Michael” è infatti finalizzato anche alla realizzazione di una rete tra i centri micaelici che cominci dall’Irlanda e termini a Gerusalemme.

Mentre mercoledì 8 Maggio si celebrerà la festa patronale in onore di San Michele, con il tradizionale rito del fuoco, il percorso enogastronomico, la mostra sul pellegrinaggio, lo spettacolo pirotecnico e tanto altro ancora,  fino all’11 Maggio ci saranno tanti eventi collaterali: visite guidate al Santuario e a Pulsano, reading musicali e degustazioni, laboratori didattici e di archeologia per ragazzi.

La Linea Sacra di San Michele unisce sette santuari dall’Irlanda fino ad Israele con una linea retta che taglia l’Europa, creando un collegamento misterioso e suggestivo tra questi monasteri tutti dedicati al culto dell’Arcangelo Michele. Secondo la leggenda questa linea retta che collega questi luoghi impregnati di simbolismo e grande spiritualità non è altro che il colpo di spada che San Michele inflisse al Demonio per farlo tornare all’Inferno. I tre siti più importanti e suggestivi sono: Mont Saint Michel in Francia, La Sacra di San Michele in Val di Susa e Monte Sant’Angelo in Puglia.

Il Santuario pugliese, eretto intorno al 490, è formato da una parte superiore (campanile e portale in stile romanico) e da una parte inferiore (dove troviamo la grotta e le cripte).

Grotta di San Michele in Puglia
Mont Saint Michel in Francia