Pallavolo femminile: Altro infortunio per il Cutrofiano e nuova vittoria per la FLV

Pallavolo femminile: Altro infortunio per il Cutrofiano e nuova vittoria per la FLV

11 Novembre 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

Serie A2: Nella sfida esterna contro il Montale, le ragazze di Coach Carratù fanno i conti con una realtà mostruosa: Troppi infortuni ed un quinto posto che va preservato; difatti proprio il Cuore di Mamma sembra tenere il passo contro le avversarie ma mentre un punto viene messo in archivio, l’infortunio improvviso di Provaroni scuote l’intera squadra. Pallavolo Montale vs Cuore di mamma Cutrofiano 3-1 .

In merito, lo stesso Staff tecnico, sulla pagina facebook della squadra, dichiara: “Un CUORE DI MAMMA che continua a fare i conti con la malasorte quello che si presenta alla corte del Montale. La sconfitta per 3a1 fa male, ma la lista degli infortuni continua ad aumentare di giornata in giornata. Questa domenica è toccato a Provaroni doversi fermare per un problema fisico e ancora una volta ci si è ritrovati in piena emergenza. Non si tratta certo di alibi, ma viene difficile scendere in campo sempre con una formazione diversa e non al top. Ma questa stagione sta andando in questo modo, quindi occorre fare quadrato per superare tutti insieme questo momento. Polemiche, disillusioni e quant’altro sono legittime, ma non è certo questo il momento. Il gruppo va preservato e difeso, senza nasconderci le responsabilità. Uniti, tutti insieme, ne usciremo di certo vittoriosi. Il CUORE DI MAMMA è patrimonio di tutti…”

Serie B1: Continua a vincere e a convincere la FLV in serie B1: Questa volta ad essere espugnate sono state le atlete del Santa Teresa di Riva: Una prestazione che ha fatto denotare ancora una volta la robustezza della compagine cerignolana, pronta a superare qualunque ostacolo e a compattarsi nel momento necessario. Il carattere e la tenacia compattano il gruppo ofantino ed il match si conclude per 3-1 in quel del Pala Famila di Cerignola.

Parziali FLV vs Santa Teresa di Riva – 25-15 25-21 19-25 25-17

C’è voluto il grande cuore della Zero5 Castellana Grotte per battere la Virtus Orsogna della ex Carlotta Romani nella quarta giornata di andata del campionato nazionale di pallavolo femminile di serie B1.

Partenza aggressiva dell’Orsogna, coadiuvata dalla fallosità delle castellanesi (2-8). Massimo vantaggio abbruzzese 5-16, poi ritorna l’equilibrio di gioco, ma il solco è incolmabile. 16-25 è il giusto risultato per quel che si è visto nel set. Punta nell’orgoglio la Zero5 reagisce e ripaga l’Orsogna con la stessa moneta raggiungendo un distacco addirittura superiore 25-15 con parziali di 8-2, 16-9 e 21-12. Nel terzo set la Zero5 parte ancora forte (7-1), ma Orsogna reagisce (8-6) ma il risultato è incerto fino al 20 pari quando Loddo al servizio con l’ausilio di Miotti, Salamida e Matrullo decide che basta rischiare e propizia il 5-0 che chiude il set sul 25-20. Orsogna sa di giocarsi tutto nel quarto set. Acquisisce un buon vantaggio (4-8) e lo mantiene fino all’11-16. Ma qui la Zero5 ha un nuovo sussulto di orgoglio e prova il recupero e piazza la zampata vincente ancora con Laura Loddo (25-23). Risultato finale 3 ad 1 (16-25, 25-15, 25-20, 25-23).

In serie B2, le ragazze delle CANTINE PAOLO LEO ANTONIOLLI MESAGNE VOLLEY battono 3-0 il CASTELLANETA nel primo derby pugliese. Partenza aggressiva dell’Appia Project, subito letale al servizio con l’opposta Armonia (1-7, diagonale stretta di Cristofaro). Incassato il colpo, la Security Fire prova a risalire la china, affidandosi al duo Rodriguez-Caputo. Manovrate alla perfezione dalla Di Bert, le ospiti prendono il largo (12-22, primo tempo vincente di Iacca) sino alla conquista del primo game sul definitivo 15-25. La Security Fire torna in campo con un piglio diverso e, superlativa a muro con Rodriguez e Piarulli, vola sul momentaneo 8-2. Si continua a ritmi elevatissimi, il Mesagne recupera terreno e costringe coach Ironico all’immediato time out tecnico (11-8). Armonia continua ad insidiare la metà campo tarantina e, irrefrenabile dalla seconda linea, dà inizio all’incredibile capovolgimento di fronte, conclusosi dopo un lunghissimo break messo a segno (14-23). A chiudere i conti ci pensa sempre lei, l’opposta brindisina, brava ad eludere il muro castellanetano per il 18-25 finale.

È grande battaglia alla ripresa delle ostilità (9-9). Il successivo strappo biancorosso è opera di Ragone E., che prima sbarra il passaggio a Leone (13-10) e poi sigla il momentaneo 14-11 con un’astuta palla piazzata. A seguire, i sigilli di Caputo da posto 4 difendono il prezioso vantaggio acquisito (17-14), ma l’Appia Project resta sempre lì in agguato (19-17). Il sigillo della subentrata Marasco illude il PalaTifo (21-17) ma non spegne le velleità di rimonta avversarie. Cristofaro e Armonia, infatti, tornano a rastrellare punti, azionando un nuovo ribaltone nel match (22-24). La Security Fire non getta la spugna, ci prova fino alla fine a riaprire la contesa (24-24) ma nulla può, ai vantaggi, dinanzi al servizio vincente di Demilito (24-26).