Poesia in mare: a Mola di Bari trovata una bottiglia con pensieri scritti durante la quarantena

Poesia in mare: a Mola di Bari trovata una bottiglia con pensieri scritti durante la quarantena

9 Giugno 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Avete mai ritrovato in mare una bottiglietta con all’interno dei bigliettini con frasi e pensieri d’amore indirizzati a qualcuno? A me è capitato, parecchi anni fa, ma dubito che adesso capiti con frequenza, data l’abitudine dei più giovani di scambiarsi poesie e frasi d’amore in tempo reale utilizzando Messenger o WhatsApp.

Io stessa, da ragazzina, ho affidato al mare, chiusi in una bottiglietta, alcuni dolci pensieri d’amore verso qualcuno a cui non avevo il coraggio di inviarli di persona.

A Mola di Bari, ridente località turistica pugliese, qualche giorno fa i volontari dell’associazione locale “Retake” hanno trovato sulla spiaggia una bottiglia in plastica contenente alcuni biglietti vergati, scritti probabilmente da una adolescente durante il periodo della quarantena.

Si tratta di messaggi di speranza e sentimenti che la giovane ha pensato di affidare alle onde, senza sapere dove sarebbero arrivati e chi li avrebbe letti.

I volontari di Retake che hanno rinvenuto i messaggi  avrebbero voluto far proseguire il viaggio a quei pensieri scritti, ma hanno preferito tenere la bottiglia in quanto di plastica e quindi non biodegradabile. “Invitiamo i romantici che desiderano trovare un modo per far viaggiare i propri pensieri che non siano i mezzi tecnologici a trovarne uno che però sia rispettoso dell’ambiente”, puntualizzano i membri dell’associazione.

L’autrice dei messaggi chiusi in bottiglia va però ringraziata per il momento di poesia che ha regalato. “Di solito sulla spiaggia troviamo sporcizia e incuria”, hanno detto i volontari addetti anche alla pulizia della costa.