Al Carnevale di Putignano la Cucina è protagonista: show cooking & sfilate di carri

Al Carnevale di Putignano la Cucina è protagonista: show cooking & sfilate di carri

15 Febbraio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Quello che si tiene a Putignano (Ba) è il Carnevale più antico d’Europa. Forte delle tradizioni e degli spettacolari carri allegorici che attirano ogni anno centinaia di visitatori, questo evento è giunto alla sua 626esima edizione. Quest’anno, però, oltre che sulle maschere tradizionali e ai giganti di cartapesta che gareggiano tra loro per ottenere il riconoscimento di “carro più bello”, gli organizzatori hanno pensato di puntare anche sulla Cucina, quella che si rifà al mondo contadino e alla vita semplice di un tempo.

Alcuni rinomati chef pugliesi delizieranno il palato dei presenti al Carnevale di Putignano proponendo show cooking di vario tipo. Le ricette che saranno proposte durante le giornate delle sfilate dei carri allegorici prenderanno spunto dal particolare periodo dell’anno oppure dagli ingredienti disponibili nella zona. A questo, ovviamente, ogni chef aggiungerà la sua creatività e la capacità di personalizzare i piatti.

Alla tradizione pugliese e del Sud Italia in genere di eliminare il consumo di carne in prossimità della Quaresima si rifà lo chef Nicola Palmisano, che per l’occasione ha elaborato la ricetta intitolata “Carnem Levare”. Si tratta di strozzapreti di farina d’avena conditi con baccalà (un pesce assai gradito ai pugliesi e assai diffuso nei Paesi del Mediterraneo) e farinella, un ingrediente tipico di Putignano e dintorni.

Come giustamente ci tiene a sottolineare Palmisano (chef del locale “Goodo” di Locorotondo) è il baccalà il vero protagonista di questo piatto, che a quanto pare si sposa abbastanza bene con ceci e farinella. Questa è solo una delle tante creazioni culinarie di questo Carnevale putignanese, che si preannuncia davvero gustoso.

Ecco il programma degli Show Cooking: il 16 febbraio toccherà a Patrizia Laquale (blog Maison Lizia, alle 11), il 25 – Martedì grasso – a Natale Martucci (Il falco pellegrino, Noci; alle 18), il 29 è il turno di Angelo Sabatelli, dell’omonimo ristorante di Putignano (alle 19).

In attesa di gustare dal vivo la ricetta di Nicola Palmisano, vi proponiamo un piatto tipico della Puglia a base di Baccalà.

Baccalà in Umido alla Pugliese

Per preparare questo piatto tipico a base di baccalà è necessario mettere a bagno il pesce almeno tre giorni prima, avendo l’accortezza di cambiare acqua ogni giorno. In tal modo il baccalà perderà un bel po’ di sale e potrà essere gustato al meglio.

Ingredienti

Gli ingredienti che servono per realizzare questo piatto sono: 500 g di baccalà; mezza cipolla a fette; prezzemolo tritato; olive nere snocciolate; olio extravergine di oliva; pomodori; mezzo aglio tritato; pepe; sale fino; due cucchiai di salsa di pomodoro; acqua.

Preparazione

Mettete a rosolare in una padella il baccalà con olio extravergine di oliva, basterà qualche minuto, avendo cura di rosolare entrambi i lati.

Togliete il baccalà e riponetelo in un piatto. Nella stessa padella aggiungete aglio tritato, cipolla a fette, ancora un po’ di olio extravergine di oliva, pomodorini tagliati a pezzi, olive nere snocciolate, 2 cucchiai di salsa di pomodoro, pochissimo pepe e sale fino. Cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti.

Aggiungere il baccalà e il prezzemolo tritato finemente e proseguire la cottura per altri 35 minuti circa, aggiungendo acqua un po’ per volta. Per capire se il baccalà è ben cotto mettete la forchetta e osservate se si sfalda. Terminata la cottura, spegnete la fiamma e servite in tavola.

Buon appetito!

Annunci