Alla riscoperta di se stessi: Tribalosophy organizza in Puglia un Ritiro di Silenzio e Detox

Alla riscoperta di se stessi: Tribalosophy organizza in Puglia un Ritiro di Silenzio e Detox

15 Ottobre 2019 0 Di Cristiana Lenoci

Purificare corpo e mente trascorrendo tre giorni in assoluto silenzio e pace, riscoprendo il contatto con noi stessi e la Natura. E’ questo l’obiettivo principale del Ritiro Silenzio e Detox organizzato dall’associazione Tribalosophy, che si terrà dal 31 Ottobre al 3 Novembre prossimi presso il Centro Tribalosophy di Monteroni (Lecce). In molti cercano un valido pretesto per “staccare” con la routine meccanica e la vita di ogni giorno per tornare a “sentire” la propria autenticità lontani dal caos esterno. Come appunto dice Shajeer Kizhakkekara, fondatore di questa associazione ormai di respiro internazionale, “E’  necessario restare connessi con il proprio corpo il più possibile. Senti il tuo corpo dall’interno, senti la vita al suo interno: questo è l’inizio di un viaggio verso te stesso”.

Uno dei workshop sulla crescita personale e Consapevolezza tenuti da Shajeer Kizhakkekara

Associazione Tribalosophy: conoscere se stessi attraverso la Natura

Tribalosophy nasce dalla condivisione di un’antica filosofia, “Aadhi Manushayan”, strettamente connessa alla Natura, che ancora oggi anima le vita delle poche tribù rimaste nelle foreste del Sud dell’India. Proprio dall’intenzione di trasferire questi antichi saperi anche nella civiltà moderna nasce l’associazione Tribalosophy, che accompagna e guida chiunque sia desideroso di tornare a sentirsi un “Essere Umano”. A differenza degli uomini delle Tribù, che vivono nella piena consapevolezza di essere parte integrante della Natura in cui vivono, il benessere di noi uomini “moderni” è legato a piccole soddisfazioni individuali, a piaceri effimeri che ci fanno allontanare dalle nostre origini, perdendo il senso dell’Unità.

Tribalosophy è un “viaggio” attraverso la propria natura per riscoprire un uso consapevole e moderato del Progresso, ampliando la visione del mondo  per ritrovare il senso unitario e collettivo della vita sulla Terra.

Le attività di Tribalosophy

Sono diversi i progetti che l’associazione intraprende per ricordare la responsabilità degli esseri umani nei confronti della Madre Terra: piantumazione di alberi in varie zone del mondo; organizzazione di workshop di conoscenza e crescita personale attraverso varie forme di esperienza per aiutare i partecipanti a ritrovare la consapevolezza delle proprie azioni e raggiungere un maggiore equilibrio con se stessi e la Natura; organizzazione di Viaggi in India per acquisire una maggiore conoscenza di se stessi e degli strumenti  che abbiamo a disposizione per orientarci nella vita in generale.

Il logo dell’associazione, che svolge attività in diverse parti del mondo

Il fondatore di Tribalosophy

Shajeer Kizhakkekara nasce e cresce in Kerala (India), in un piccolo paese circondato dalla foresta. Consegue il diploma in Arti Culinarie e lavora come Chef in diversi paesi dell’India, degli Emirati Arabi e d’Europa. Negli stessi anni si laurea in Psicologia. Da sempre appassionato di Ayurveda, antica disciplina indiana, Yoga ed Astrologia, nel 2008 fonda in India il Centro Vedaguru.

Dopo essere entrato in contatto con la comunità indigena del suo paese, trascorre con questa due anni, vivendo nella foresta. Dagli indigeni Shajeer riceve gli antichi insegnamenti Aadhi Manushayan, tramandati ancora oggi oralmente dal Capo spirituale della Tribù.

Nel 2018 ottiene il conferimento del dottorato onorario in Tribalosophy da parte della Commonwealth Vocational University.

Shajeer Kizhakkekar, il fondatore dell’associazione “Tribalosophy”

Per info e contatti: Tribalosophy APS– Via Immacolata, 10 Monteroni (Le); indirizzo di posta elettronica: info@tribalosophy; Pagina Facebook: https://www.facebook.com/tribalosopher/; Pagina Evento Facebook: Ritiro Silenzio e Detox ; sito web: www.tribalosophy.net.

Annunci