Carmela Deleo: Vi presento il mondo di “Mammacheschifo.it”

Carmela Deleo: Vi presento il mondo di “Mammacheschifo.it”

11 Dicembre 2019 0 Di Vincenzo Barnabà

Chi dice che la mamma perfetta esiste? – Queste sono le parole di Carmela Deleo, madre ed insegnante, che nel creativo mondo del web si sta affermando con il suo blog “Mammacheschifo”. Tra colla e carta, l’abbiamo incontrata per approfondire il suo progetto.

 

1-Chi è Carmela Deleo?

Sono un’insegnante, mamma di due bimbetti, di 3 e 6 anni. Adoro il mio lavoro ma amo anche ritagliarmi del tempo per piccoli progetti creativi. Taglio, incollo, cucio, impasto… Insomma, non riesco davvero a tenere ferme le mani!

 

2-Com’è nata l’idea di aprire www.mammacheschifo.it? Cosa racconta il Blog?

Mammacheschifo è nato nei mesi successivi alla mia prima gravidanza. Nonostante fossi felicissima del mio essere mamma, mi sentivo schiacciata da questo ruolo tutt’altro che facile. Ho cominciato a scrivere per avere un angolino virtuale in cui poter continuare ad essere me stessa, non solo mamma, e sfuggire ai luoghi comuni sulla maternità.

Il blog ha visto così nascere i miei progetti creativi, molti dei quali legati proprio ai bambini, ma ha anche raccolto i miei sfoghi e le mie riflessioni di mamma.

 

3-Mamma, maestra e blogger: Qual è il trucco per far conciliare le tre cose?

In realtà non c’è nessun trucco perché io non riesco affatto a conciliare le tre cose! Chi mi conosce sa che sono costantemente in affanno, presa da mille progetti…

 

Eppure, io penso che noi donne dovremmo imparare proprio da questo continuo essere in affanno, capire che non si può fare tutto, che a volte è bene lasciar andare qualcosa. Se decido di cucinare biscotti con i miei bambini, se lavoro a una lezione per i miei alunni, so bene di trascurare la casa… Ma la cosa non dovrebbe far nascere in noi sensi di colpa!

La pila di panni da stirare? Aspetterà. La cena perfetta per marito e figli? Magari domani, oggi si ordina una pizza. Le super mamme non esistono. E se esistono, non mi sono di certo simpatiche!

4-Cosa non deve mai mancare nella borsa di Carmela Deleo e quali prodotti non possono mai mancare nella borsa di una tua lettrice?

Carta, forbici, matite colorate, ago e filo… Nella mia borsa c’è davvero di tutto! Porto sempre con me un carico di creatività, spesso mi serve per intrattenere i bambini quando siamo in giro. Al momento, un foglio e dei colori bastano più di un tablet o un cellulare… Se dovessi però pensare a qualcosa di creativo e piccino da infilare in borsa, direi i washi tape.

 

Sono nastri adesivi colorati, nati in Giappone ma ormai diffusi anche qui da noi. Puoi utilizzarli per decorare qualsiasi oggetto, da un semplice foglio bianco a un’intera parete! Il bello è che non sporcano, sono facilmente removibili ed economici. Io li ho usati anche sui muri della camera dei bimbi, il progetto è on line.

 

5-Qual è il progetto che più ti ha emozionato e qual è il progetto che conservi ancora nel cassetto?

È difficile per me scegliere un progetto tra quelli realizzati: ognuno di essi è nato da un’esigenza particolare, che fosse preparare una festa di compleanno o confezionare un addobbo per la casa. Ho fatto ghirlande e pacchetti, preparato fiocchi nascita e decorato buffet, cucito costumi di carnevale e travestimenti mostruosi… Ma trattandosi di progetti fatti per quell’occasione specifica, oggi non potrei certo replicarli.

 

Tra i progetti nel cassetto, mi piacerebbe continuare a realizzare guide per piccoli viaggiatori.

 

Ultimamente il blog si è infatti arricchito dei nostri racconti di viaggio, a cui tengo particolarmente. Alcuni sono stati pubblicati su un portale per famiglie viaggiatrici, The family company.

Viaggiare con i bambini non è facile: occorre organizzarsi e pianificare percorsi che siano adatti a loro. Per questo ho pensato di preparare, per ogni viaggio, una guida per i bambini: dentro ci sono disegni e giochi, oltre alla spiegazione semplificata di ciò che vedremo. Ogni guida viene poi condivisa e messa a disposizione di chiunque visiterà lo stesso paese. Ecco, mi piacerebbe continuare a progettare viaggi meravigliosi con i miei bambini: sono esperienze davvero indimenticabili!

 

6-Siamo nel periodo natalizio, quale lavoretto consiglieresti ai nostri lettori?

Lo scorso anno io e i bambini abbiamo realizzato tanti biscotti di Natale e li abbiamo poi regalati agli amici. Pasticciare con la frolla è sempre una grande idea! La casa si trasforma in un campo di battaglia, è vero, ma davanti a zucchero e farina ogni capriccio scompare…

 

Consiglierei anche di dare un’occhiata al nostro Calendario dell’Avvento: un progetto di facile realizzazione ma dal risultato davvero carino. Tante piccole bustine, realizzate a mano, sospese ad un tronco con tanti campanellini fluttuanti… Un ottimo sistema notturno per sentire arrivare i piccoli aiutanti di Babbo Natale!

Annunci