Pugliesi & Tifosi: Riccardo Scamarcio e la “sua” Fidelis Andria

Pugliesi & Tifosi: Riccardo Scamarcio e la “sua” Fidelis Andria

9 Febbraio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Un pugliese D.O.C. si riconosce anche quando tifa per la squadra della sua città di origine nonostante da tempo viva ormai altrove, o quando le sorti calcistiche non sono proprio le migliori. Per Riccardo Scamarcio, l’attore pugliese originario di Andria (Ba), protagonista del film “Ladro di giorni” in questi giorni al cinema, la passione per il calcio e per la Fidelis Andria rappresenta un modo per sottolineare l’appartenenza alla terra di origine, appunto la sua “andriesità”.

Nel film diretto dal regista Lombardi, c’è una scena in cui Scamarcio (che interpreta Vincenzo, un malvivente appena uscito dal carcere che cerca di recuperare gli anni persi con il figlio di ormai undici anni), comincia a cantare uno di quei cori ancora utilizzati in Curva Nord allo stadio di Andria. E poi chiede al figlio: “Tu per quale squadra tifi?”. Il ragazzino gli risponde: “Per la Nazionale”. E lui: “Ma che Nazionale, devi tifare Andria”. E il ragazzino incalza: “Ma in che categoria sta?”. Scamarcio (Vincenzo) conclude: “Sta in serie D, ma torneremo!”.

Il nome di Riccardo Scamarcio viene spesso legato a quello della squadra Fidelis Andria. Lui stesso ha più volte ricordato quando, da piccolo, aveva l’abitudine di andare allo stadio a tifare Andria insieme a suo padre Emilio. Oggi come allora, quando può, Riccardo corre allo stadio a fare il tifo per la sua squadra del cuore. Un’abitudine che lo fa sentire sicuramente più pugliese, dentro e fuori.

Annunci