Biccari: al vaglio del Comune la proposta di spostare la scuola nel bosco

Biccari: al vaglio del Comune la proposta di spostare la scuola nel bosco

13 Maggio 2020 0 Di Cristiana Lenoci

Non è la prima volta che Biccari, piccolo paese della provincia di Foggia, situato nei Monti Dauni, fa parlare di sé per idee e proposte innovative in diversi settori. Stavolta la sperimentazione che il Comune sta valutando di adottare riguarda la scuola.

Gli scenari futuri non sono certo incoraggianti. Si parla di una ripresa delle lezioni scolastiche a settembre prossimo, con l’obbligo di indossare mascherine per docenti, alunni e personale scolastico e il distanziamento sociale come forma di prevenzione. Una valida alternativa alle lezioni in classe potrebbe essere quella di allestire la scuola nel bosco. Dopo un lungo periodo di video-lezioni a distanza, i bambini e i ragazzi (ma anche i docenti) avrebbero bisogno di recuperare il contatto perso con la Natura, luogo ideale per imparare e divertirsi in maniera sana, senza l’ausilio di strumenti tecnologici.

A Biccari questo non è un problema, visto che il territorio che circonda questo ridente paesino pugliese è costituito proprio da boschi e paesaggi naturali di particolare pregio. Nei pressi di Biccari c’è infatti il Lago Pescara, l’unico lago naturale presente in tutta la Puglia, e non lontano si staglia il monte Cornacchia, la vetta pugliese più alta, ricco di esemplari di flora e fauna piuttosto rari.

L’iniziativa è stata lanciata dal primo cittadino di Biccari, Gianfilippo Mignogna, che avrebbe anche individuato la zona ideale per allestire le aule in natura: l’area naturalistica del “Parco Avventura”. Qui i bambini sono liberi di giocare in sicurezza senza alcun pericolo.

Il principio da cui parte il Sindaco di Biccari, e che trova il consenso di molti, è che “per riaprire le scuole non servono solo i tablet, ma anche gli spazi, meglio se verdi”.

Ci auguriamo che tale sperimentazione parta dalla Puglia e si estenda in tutta Italia.

Annunci